EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Delitto Macchi, difesa: assolvere Binda

Delitto Macchi, difesa: assolvere Binda
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 24 LUG - "Vorremmo che questa immagine di Stefano Binda di un pazzo con la doppia personalità venisse cancellata. Non ho sentito una sola parola sul movente, che è stato costruito dopo la consulenza psichiatrica. In questi anni Binda non ha mai compiuto un gesto di violenza, e ha sempre pagato per i suoi errori". Lo ha detto Patrizia Esposito, avvocato insieme a Sergio Martelli di Stefano Binda, imputato davanti alla Corte d'Assise d'Appello di Milano per l'omicidio di Lidia Macchi, uccisa in un bosco a Cittiglio (Varese) nel 1987. Il legale ha chiesto l'assoluzione del suo assistito perché non "ha ucciso Lidia" e di riformare la sentenza di condanna all'ergastolo per l'uomo emessa a Varese per omicidio volontario aggravato dalla violenza sessuale. L'avvocato ha aggiunto: "Binda ha passato 50 anni senza problemi, non ha condanne e non ha mai avuto guai togliendo qualche banalità legata alla droga" e dunque alla tossicodipendenza di cui ha sofferto in passato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 13 giugno - Serale

Il giornalista Usa Evan Gershkovich sarà processato in Russia con l'accusa di spionaggio

Presunto attacco degli Houthi contro una nave diretta a Venezia: fuoco a bordo