Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Caldo torrido: aiuti agli agricoltori francesi

Caldo torrido: aiuti agli agricoltori francesi
Diritti d'autore
REUTERS/Eduard Korniyenko
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo un paio di settimane di tregua, torna il caldo africano su gran parte dell’Europa. Dall’Italia alla Francia. Parigi come Lione, Marsiglia e Tolosa. In questi giorni le temperature saranno oltre le medie stagionali. Un nuova fiammata di calore. Con la colonnina di mercurio che toccherà anche i 40-41 gradi. In città c’é chi deve fare i conti con l’afa soffocante ma non va meglio anche per chi abita in campagna.

L’effetto dei cambiamenti climatici, dicono gli esperti, si sta facendo sentire e con conseguenze di non poco conto anche sull’economia. Dopo l’ondata di siccità dello scorso anno, il governo francese sta cercando di correre ai ripari. O meglio sta cercando di convincere gli agricoltori a non mandare gli animali al macello per mancanza di foraggio per evitare abbassare o alterare troppo il prezzo della carne. Intanto mentre l’Eliseo chiederà un anticipo degli aiuti europei previsti da ridistribuire agli agricoltori francesi, gli esperti e il ministero della Salute dispensa i consueti consigliati medici: bere molta acqua, consumare cibi leggeri e non uscire nelle ore più calde.

La Francia è stato il Paese, colpito per primo dal caldo torrido, di fine giugno quando in quattro dipartimenti del sud-est era scattata la massima allerta. Almeno per una settimana, dicono gli esperti, questa pazza estate rovente non darà tregua. Poi forse, anche grazie ai temporali previsti, tornerà un po’ di refrigerio.