Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Ancora allerta caldo nell'Europa occidentale

Ancora allerta caldo nell'Europa occidentale
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Rimane l'allerta caldo nell'Europa occidentale anche per la giornata di oggi, dopo che il termometro ha battuto il suo record ieri in Belgio, Paesi Bassi e Germania.

Dalla cartina vedete quant'è vasta la zona dell'allerta rossa soprattutto in Francia, Italia, Spagna e Portogallo.

Allerta in Francia Per oggi è atteso il picco massimo di Parigi, dove è stato chiesto alla popolazione di limitare gli spostamenti. Nella capitale francese, confermata per il secondo giorno consecutivo la restrizione del traffico, per scongiurare oltre al caldo nuovi picchi di smog. In Francia 80 dipartimenti sono in stato di vigilanza. Le autorità stanno diffondendo messaggi per mettere in guardia la popolazione ed evitare quello che è successo nella torrida estate del 2003, quando ci sono stati 10mila decessi in più dell'anno precedente. Mercoledì c'è stato il record dell'uso di energia elettrica per l'uso dei condizionatori.

In Italia brutto tempo nel weekend Il caldo in Italia durerà fino a venerdì e poi sarà sostituito da una perturbazione con abbassamento delle temperature anche di 10 gradi. Secondo le previsioni di Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com, il prossimo fine settimana l'anticiclone africano verrà spazzato via dall'arrivo di una perturbazione atlantica. "I primi segnali di cedimento anticiclonico si avranno venerdì - spiega Ferrara - con qualche temporale in più al Nord (soprattutto sui monti) e Appennino centro-settentrionale. Sarà tuttavia tra sabato e domenica che si attende la fase clou del peggioramento con rovesci e temporali al Centronord, localmente di forte intensità: lo scontro tra l'aria più fresca atlantica con quella calda e umida preesistente sarà infatti alla base di locali nubifragi, grandinate e violente raffiche di vento. Tra le regioni più colpite tutte quelle del Nord, a seguire anche Toscana, Umbria, Lazio, Marche, Romagna. Ai margini invece il Sud con temporali solo sulla Campania". Il maltempo abbasserà le temperature anche di 8-10 gradi al Centronord e in misura minore sulla Campania, tra domenica e lunedì anche sul resto del sud.

Cosa dicono gli esperti
"Se guardiamo l'indicatore che ha monitorato le ondate di calore dal 1947 vediamo che negli ultimi 30 anni, c'è stato tre volte il numero delle ondate di calore dei 40 anni precedenti. Quindi la frequenza è aumentata e continuerà a farlo nei prossimi decenni" dice Patrick Galois di Météo France. Il riscaldamento climatico non è stato mai così veloce: avanza a un ritmo senza eguali ed è così esteso da riguardare il 98% del pianeta, indicano due ricerche pubblicate sulle riviste Nature e Nature Geoscience. Oltre all'afa c'è il rischio di siccità per gli agricoltori e il pericolo incendi come già avvenuto in Portogallo