EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Silk Way Rally 2019: sesta tappa favorevole allo spagnolo Mena

Silk Way Rally 2019: sesta tappa favorevole allo spagnolo Mena
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sono Mena ed i soliti Al-Attiyah e Viazovich i protegonisti della tappa n.6, di oltre 400 km

PUBBLICITÀ

Silk Way Rally 2019, sesta tappa da MANDALGOVI a DALANZADGAD, di 412 km.

Percorso problematico per molti concorrenti: tra le moto, non fanno eccezione i fratelli Luciano e Kevin Benavides, attardati rispettivamente di 14' e 20'.

Sam Sunderland, invece, sfiora i 5' di ritardo, terzo tempo per lui che comunque aumenta il margine di vantaggio in classifica generale, in una gara dominata dal 32enne spagnolo Oriol Mena, seconda piazza per il polacco Adam Tomiczek, a 16'' dal leader di giornata.

Tra le auto, anche Nasser Al-Attiyah, su Toyota, perde la bussola per un tratto, salvo poi riguadagnare strada maestra e tappa, precedendo di 3'15'' l'olandese Eric Van Loon e di ulteriori 10'' il transalpino Mathieu Serradori.

La gara si decide a 10 km dal traguardo, con la foratura del russo Denis Krotov, in testa per larghi tratti, che spiana la strada alla sesta vittoria (su sei) del qatariota.

Al-Attiyah ora precede in graduatoria il transalpino Jérôme Pélichet ed il cinese Liu Kun.

Infine, nulla di nuovo tra i camion, col bielorusso Viazovich, su Maz, che rinsalda il primato precedendo il trio Kamaz composto nell'ordine da Shibalov (a 27''), Mardeev (a 28) e Karginov (giunto ad oltre 5').

Sabato è in programma la tappa n.7, da DALANZADGAD a BAYIN BAOLIGE, di 551 km: in pratica, si passa dalla Mongolia alla Cina.

#SWR_results Viazovich (MAZ) finally wins ahead of the three Kamaz. Dramatic changes in Moto and no news in...

Publiée par Silk Way Rally sur Vendredi 12 juillet 2019
Condividi questo articolo

Notizie correlate

Silk Way Rally 2019: successi di tappa per Al-Attiyah, Shibalov e Kevin Benavides

Silk Way Rally 2019: Benavides e Viazovich prime sorprese