EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

G20: veleni tra Londra e Mosca

G20: veleni tra Londra e Mosca
Diritti d'autore 
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

G20, i veleni tra Theresa May e Vladimir Putin sul caso Skripal

PUBBLICITÀ

Prove di disgelo, con poco successo, tra Londra e Mosca al G20 di Osaka.

L'incontro tra la premier britannica uscente Theresa May e il leader russo Vladimir Putin è stato suggellato da una fredda stretta di mano. La May ha gelato il clima con Mosca affermando che “i sospettati dell’attacco di Salisbury dovrebbero essere consegnati alla giustizia”, aggiungendo che secondo i servizi segreti del Regno Unito dietro quella spy story ci siano agenti del servizio di intelligence militare russo.

Per l’inqulina di Downing Street non ci potrà essere normalizzazione nelle relazioni bilaterali finché la Russia non fermerà le sue attività irresponsabili e destabilizzanti. Putin liquida la ricostruzione britannica come "clamore da 4 soldi": negando ancora una volta responsabilità nel caso di Salisbury e dell’avvelenamento dell’ex spia russa Skripal e di sua figlia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

G20: Donald Trump contro tutti sul clima

Amighini: "La guerra dei dazi? Come Brexit crea incertezza in UE"

Putin in Cina: Xi mi ha parlato della tregua olimpica in Ucraina sostenuta da Macron