EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Tienanmen, migliaia a Hong Kong per la fiaccolata a 30 anni dalla repressione

Tienanmen, migliaia a Hong Kong per la fiaccolata a 30 anni dalla repressione
Diritti d'autore REUTERS / TYRONE SIU
Diritti d'autore REUTERS / TYRONE SIU
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Centottantamila a Hong Kong nel ricordo della repressione di Pechino. Honk Kong è l'unica regione in cui è consentita una commemorazione pubblica per i fatti di Tienanmen

PUBBLICITÀ

Centinaia di migliaia di persone a Hong Kong hanno partecipato alla fiaccolata in ricordo della repressione militare voluta da Pechino 30 anni fa. Argomento ancora tabu' in Cina, dove Hong Kong è l'unica regione in cui è consentita una commemorazione pubblica per il grado di autonomia di cui è investita: retaggio del dominio britannico concluso nel 1997.

"Credo che abbiamo un ruolo da giocare in Cina verso la strada per la democrazia ecco perché credo che non dovremmo desistere o dimenticare, la memoria è il primo passo per proteggere la nostra società e la giustizia. E' un processo di risveglio", afferma un giovane cittadino di Honk Kong.

"Non importa quanto lontani col tempo, loro cercheranno sempre di riportarti indietro, è un tipo di oppressione che riesco a tollerare con difficoltà. Sono comunque già senza libertà, vorrei chiedere al mondo aiuto, perché qui ad Hong Kong stiamo soffrendo", sottolinea una donna anche lei partecipante alla fiaccolata.

Nel frattempo a Washington, a Capitol Hill, è stata svelata la statua del "Tank Man", l'immagine icona del manifestante cinese che ha bloccato un carro armato mentre il governo comunista reprimeva gli studenti in Piazza Tienanmen.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Hong Kong contro la Cina. Difende il suo stato di diritto

Hong Kong ospita il Dragon Boat Festival

Tienanmen: il tormento della memoria negata