Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

La Grecia verso le elezioni anticipate

La Grecia verso le elezioni anticipate
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La Grecia, che vira a destra alle elezioni europee, si prepara a tornare alle urne. Due le date possibili per il voto alle politiche, anticipato in seguito alla sconfitta di Syriza, il partito del premier Alexis Tsipras. Il 30 giugno o il 7 luglio gli elettori greci sono chiamati a confermare o meno il cambio della guardia, a favore di Nuova Democrazia.

Sophia Zacharaki, portavoce di Nuova democrazia, traccia le linee guida di questa nuova campagna elettorale: ''Nuova Democrazia - dice - cercherà di parlare a tutti i cittadini della Grecia e di ricordare loro il nostro messaggio: meno tasse, più crescita, più posti di lavoro e meglio retribuiti e, naturalmente, il ripristino del senso di sicurezza''.

Archiviato il terzo piano di salvataggio nel 2018, la Grecia - fiaccata dalle misure di austerità imposte dai creditori internazionali - volta dunque le spalle al premier. ''L'ultimo periodo, con tutti i provvedimenti correttivi, misure dell'ultimo minuto per riconquistare il consenso degli elettori, si è ritorto contro Tsipras come fosse un boomerang - commenta un'elettrice - ma, in generale, il premier ha fatto cose che il popolo greco non ha gradito, come l'accordo sul nome della Macedonia".

Per Euronews Fay Doulgkeri elenca i temi su cui si animerà il dibattito politico in Grecia: ''Economia, disoccupazione e sicurezza sono le questioni al centro di questo periodo pre elettorale. Allo stesso tempo, molti cittadini sono preoccupati per altre questioni, come la crescente tensione nei rapporti tra Grecia e Turchia".