Pen drive esplosa in procura, un arresto

Pen drive esplosa in procura, un arresto
Indagini concluse anche per altro caso simile a Palermo
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 21 MAG - La Polizia di Stato ha arrestato un palermitano di 51 anni, disoccupato, ritenuto responsabile dell'esplosione della pen drive che, nell'ottobre 2018, ferì gravemente negli uffici della Procura della Repubblica di Trapani un ispettore superiore della polizia di Stato. L'operazione "Unabomber Pantelleria" condotta dalla squadra mobile di Trapani, insieme alla sezione di polizia giudiziaria della Procura della Repubblica, ha permesso "di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell'uomo - si legge in una nota - e di far luce anche sull'esplosione, avvenuta a Palermo nel luglio 2016, di un'altra pen-drive, che ferì gravemente un venticinquenne".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Migranti: anniversario strage di Cutro, i parenti delle vittime denunceranno il governo italiano

Fonti vicine a Navalny: "Trattative per uno scambio di detenuti" poco prima della morte

Le notizie del giorno | 26 febbraio - Serale