Sudafrica al voto: un test per l'Anc di Ramaphosa

Sudafrica al voto: un test per l'Anc di Ramaphosa
Dimensioni di testo Aa Aa

Ultimi comizi in Sudafrica in vista delle elezioni in programma questo mercoledì per rinnovare i membri dell'Assemblea nazionale ed eleggere il nuovo presidente.

Circa 70mila persone hanno riempito l'Ellis Park Stadium di Johannesburg per il comizio finale dell'Anc, il Congresso Nazionale Africano, partito al potere ininterrottamente dalla fine dell'apartheid nel 1994.

Rilancio dell'economia e lotta alla corruzione sono gli slogan scanditi dal presidente Cyril Ramaphosa.

A venticinque anni dalla fine dell'apartheid il paese continua a fare i conti con un tasso di disoccupazione superiore al 25%, enormi disparità sociali e corruzione endemica.

Stando agli ultimi sondaggi il recente scandalo tangenti che ha travolto diversi dirigenti dell'Anc costerà qualcosa alle urne in termini di seggi, anche se la vittoria delle elezioni non sembra in dubbio.

Tra le fila dell'opposizione guadagna consensi Alleanza Democratica, partito liberale guidato da Mmusi Maiamane. "L'Anc è corrotto, serve un cambiamento, è arrivato il nostro momento", ha detto sabato Maiamane ai sostenitori che hanno riempito lo stadio di Soweto.

Stando ai sondaggi a beneficiare dell'emorragia di voti dell'Anc sarà anche l'estrema sinistra dei Combattenti della Libertà Economica, terza forza politica del paese.