Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Brevettato in Germania un braccialetto che individua le bevande alterate con droghe e alcol

Brevettato in Germania un braccialetto che individua le bevande alterate con droghe e alcol
Diritti d'autore
Markus Spiske/Pixabay
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un braccialetto in grado di identificare in pochi attimi le bevande alterate con alcol o con una delle cosiddette droghe da stupro. Si chiama Xantus ed è stato brevettato in Germania da Kim Eisenmann e Sven Häuser.

Nei paesi anglosassoni l'atto di aggiungere alcol o sostanze stupefacenti alle bevande è conosciuto come 'drink spiking'. Nel Regno Unito è considerato un crimine anche in assenza di molestie o violenze sessuali ed è punibile con una pena che arriva fino a 10 anni di reclusione.

Il funzionamento del braccialetto è semplice, basta applicare una sola goccia di liquido sui due cerchi verdi presenti sulla sua superficie: se diventano blu allora la bevanda è stata alterata.

Il braccialetto - già disponibile nelle farmacie tedesche - è bianco, ricorda quelli utilizzati per entrare in molti club ed è ben visibile anche in condizioni di scarsa luminosità.

Kim Eisenmann, una studentessa tedesca, ha avuto l'idea per il braccialetto dall'esperienza di un'amica che, dopo avere partecipato ad una festa, è stata ritrovata in un parco: la ragazza era ferita e non ricordava niente di quanto accaduto nelle ore precedenti.

Dopo essersi resa conto che sul mercato non era disponibile nessun prodotto del genere, Eisenmann, presente alla stessa festa, ha deciso di sviluppare il braccialetto assieme a Sven Häuser.

Stando al National Health Service (NHS), il servizio sanitario britannico, ogni anno nel solo Regno Unito sarebbero centinaia le vittime di questo tipo di crimine. Molti casi non sarebbero denunciati a causa dell'imbarazzo delle vittime o per la loro incapacità di ricordare quanto avvenuto.

Le sostanze usate più comunemente per alterare le bevande sono il gamma-idrossibutirrato (GHB) e il gamma-butirrolattone (GBL) (entrambi con con effetti simili a quelli dell'alcol), le benzodiazepine (farmaci comunemente usati per curare ansia, attacchi di panico e insonnia) e la ketamina.

Sostanze come il GHB sono spesso incolori e insapori e funzionano velocemente, causando vertigini e nausea, a volte dopo soli 10 minuti.