ULTIM'ORA

Francia: la mattanza dei delfini sulle coste atlantiche

Francia: la mattanza dei delfini sulle coste atlantiche
Dimensioni di testo Aa Aa

La strage dei delfini in Francia.

Dall'inizio dell'anno ne sono stati trovati morti 1100 sulle spiagge della costa atlantica francese: tanti sono i delfini che non hanno trovato scampo, finendo intrappolati nelle reti da posta e da strascico.

I cetacei, rinvenuti dai volontari di Sea Sheperd, presentavano numerose mutilazioni, pinne strappate, profonde lacerazioni lungo tutto il corpo: ferite che, secondo gli esperti, sarebbero compatibili proprio con le reti da pesca.

I cetacei rimarrebbero intrappolati nelle maglie delle reti e, nel tentativo di liberarsi, le corde infliggerebbero loro ampie lesioni.

"Basta reti da strascico e da posta".

Lamya Essemlali, presidente di Sea Shepherd France, punta il dito contro la pesca selvaggia: "Il problema è che i metodi di pesca autorizzati sono distruttivi, non sono affatto selettivi: sono ammessi in aree sensibili dove c'è una grande popolazione di specie protette. E non abbiamo abbastanza controlli e ancor meno sanzioni per mettere un argine al problema. Quindi c'è una sorta di impunità su questo argomento che è scandalosa".

Delfini: servono misure di tutela.

Secondo uno studio dell'Università di La Rochelle, la strage di delfini mette a repentaglio la sopravvivenza della popolazione . Senza adeguate misure di tutela, i cetacei sono destinati a sparire perché ` hanno bassi tassi di fertilità, un’elevata sensibilità all’inquinamento plastico e cibo sempre più scarso a causa del depauperamento delle risorse ittiche.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.