ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Oltre 700 morti in Africa australe per il ciclone Idai

euronews_icons_loading
Oltre 700  morti in Africa australe per il ciclone Idai
Dimensioni di testo Aa Aa

Il ciclone Idai ha ucciso più di 700 persone in Africa meridionale. La situazione è tragica in Mozambico, Zimbabwe e Malawi dove gli abitanti hanno disperato bisogno di soccorsi. Secondo l’Onu, le persone colpite sono oltre 1 milione e 700 mila, senza acqua potabile ed elettricità.

Il Paese che ha riportato più danni è il Mozambico con oltre 400 morti.

Proveniente dall’Oceano Indiano, il ciclone ha colpito la città costiera mozambicana di Beira, una settimana fa, con venti fino a 170 km orari per poi spostarsi nell’entroterra dove ha distrutto abitazioni, strade, strutture sanitarie e scuole, provocando black out elettrici ed esondazioni di fiumi.

L'Onu, che ha stanziato 20 milioni di dollari, ha lanciato un appello alla comunità internazionale affinché intensifichi gli sforzi.