Nuova Zelanda, cristiani in moschea

Nuova Zelanda, cristiani in moschea
Vicario generale, 'è necessario vivere in pace'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 23 MAR - Cristiani e musulmani insieme in moschea a Bologna. È successo ieri, venerdì, giorno di preghiera per l'Islam: l'arcidiocesi, con gruppi di sacerdoti e fedeli, ha visitato i luoghi di preghiera islamici della città, come gesto di solidarietà dopo l'attentato di Christchurch, in Nuova Zelanda. "Vogliamo affermare la necessità e la possibilità di vivere in pace, anche se siamo diversi, anche se abbiamo una fede diversa, ma questo non deve essere per noi motivo di odio e diffidenza, ma solo di rispetto", ha detto monsignor Giovanni Silvagni, vicario generale, parlando nel centro islamico di via Ranzani. La comunità islamica bolognese "vuole pubblicamente ringraziare la Chiesa e tutti i parroci e i cittadini bolognesi che hanno presenziato alla preghiera comunitaria", ha detto Yassine Lafram, coordinatore della comunità e presidente Ucoii.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni

Israele in marcia per gli ostaggi: si negozia per tregua con Hamas e sul futuro di Gaza