Nicchi, idea 'reddito cittadinanza'

Nicchi, idea 'reddito cittadinanza'
Presidente Aia: "un fondo di solidarietà per gli arbitri"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 18 MAR - "Stiamo pensando ad un 'reddito di cittadinanza arbitrale'". L'idea è stata anticipata dal presidente dell'Aia, Marcello Nicchi, ospite di 'Radio anch'io sport. "Abbiamo dei professionisti che per arbitrare in A ed in B lasciano il lavoro. Quando finisce l'attività si ritrovano senza nulla, ad una età avanzata - ha spiegato Nicchi - Non escludiamo di creare un fondo di solidarietà della durata di uno-due d'anni, per dare agli arbitri la possibilità in questo lasso di tempo di ricrearsi una vita, un lavoro". Nicchi ha anche parlato della possibilità di utilizzare al Var arbitri e guardalinee esperti, dismessi per limite d'età: "Ci stiamo ragionando perché non è escluso che domani possa essere creato un gruppo di pochissimi esperti Var, con l'attitudine giusta, che possano collaborare per un paio di anni aggiungendosi agli arbitri per fornire un servizio ancor più di qualità".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump