ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, Al Bano minaccia alla sicurezza nazionale: questa la lista nera

Ucraina, Al Bano minaccia alla sicurezza nazionale: questa la lista nera
@ Copyright :
Foto: EliaMuglia3218, Wikimedia Commons
Dimensioni di testo Aa Aa

Il ministero della Cultura ucraino ha inserito anche il cantante Albano Carrisi (Al Bano) nella lista degli individui che considera una minaccia alla sicurezza nazionale. La lista nera è compilata e aggiornata dal ministero della Cultura in base alle richieste del Consiglio di Sicurezza e Difesa nazionale dell'Ucraina, dei servizi di sicurezza ucraini e del Consiglio della Tv e Radio nazionali.

Nella black list ci sono ora 147 persone. Lo riferisce l'agenzia Interfax. Al Bano e Romina Power negli anni Ottanta e Novanta erano molto famosi in Unione Sovietica.

Questa la lista in questione: il nostro cantautore è al numero 48, Карріззі Альбано (з 06.03.2019).

Non solo: nella lista, in cui sono presenti per lo più personaggi russi (alcuni di questi già morti), figurano anche Плачідо Мікеле, Michele Placido, il regista serbo Emir Kusturica e l'attore Gerard Depardieu. Tutti gli individui nell'elenco in passato hanno commentato in maniera positiva la politica di Putin, fanno notare i colleghi ucraini di Euronews. Qui trovate una delle frasi contestate al cantante pugliese: "La Crimea è russa come l'Istria è italiana".

Penso che Putin abbia ragione. Quella parte d’Ucraina era Russia ed è Russia. Lo sai che anche Krusciov era ucraino? I separatisti lottano per rimanere russi. È come con l’Istria: tutti sappiamo che è italiana, anche se abbiamo accettato i diktat delle superpotenze
Al Bano
Intervista al Corriere della Sera del 2014

La reazione di Al Bano

"Non ho mai detto una parola contro l’Ucraina. Mai fatto neanche un apprezzamento. È inaccettabile che proprio io che canto da sempre la pace ora venga trattato come un terrorista. Non ho mai posseduto armi, neanche quelle mentali". Così Al Bano Carrisi ha commentato all’Agi la notizia dell’inserimento del suo nome nella “lista nera”. "Chiamerò subito l’ambasciatore e quindi il ministero della Cultura ucraina. Voglio capire come il mio nome sia finito nella lista. Quando l’ho saputo questa mattina ho pensato a uno scherzo, o a uno scambio di persona".

Al Ministero della Cultura ucraino hanno anche una white list di celebrità considerate come "meritevoli del supporto dello Stato". Tra i personaggi noti al pubblico internazionale vi figurano Tim Roth, George Clooney, Arnold Schwarzenegger, Martin Gore dei Depeche Mode e Klaus Meine degli Scorpions.

Euronews ha contattato il Ministero della Cultura ucraino per ulteriori chiarimenti in merito. Al momento di scrivere non è giunta risposta.

Qui sotto l'intervista del cantante italiano a Radio Capital.