Golf, Eurotour, big con Li, no sanzioni

Golf, Eurotour, big con Li, no sanzioni
Da Westwood a Pepperell, polemica per penalizzazione del cinese
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 30 GEN - Tutti al fianco di Haotong Li. Appassionati e giocatori, è ancora polemica dopo la penalizzazione di due colpi, nell'Omega Dubai Desert Classic (European Tour) di golf, che è costata al player cinese l'estromissione dal 3/o gradino del podio. Oltre a un cachet da 100.000 euro. Da Lee Westwood a Pablo Larrazabal, sono tantissimi i protagonisti del green a contestare una sanzione davvero pesante per una presunta irregolarità riscontrata dai funzionari della USGA e R & A, ma non da tanti altri addetti ai lavori. Con il caddie di Li accusato di essersi posizionato dietro al proprio assistito in occasione dell'ultimo putt alla buca 18. "Una punizione durissima e non giusta", il commento del britannico Westwood. "Assolutamente sbagliata", la reazione dello spagnolo Larrazabal. Mentre per Eddie Pepperell la decisione "è stata incomprensibile". Anche Keith Pelley, CEO dell'European Tour, sembra aver cambiato idea. E dopo aver difeso l'operato della R&A ha fatto marcia indietro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni anticipate in Croazia, urne aperte per rinnovare il Parlamento

Russia, respinto l'appello di un uomo arrestato per l'attentato alla Crocus city hall di Mosca

Le notizie del giorno | 17 aprile - Pomeridiane