'Amavo i bimbi come fossero i miei'

'Amavo i bimbi come fossero i miei'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 30 GEN - "Volevo bene ai ragazzi come fossero miei, ma quando hanno distrutto la cameretta, in particolare la sponda del letto acquistata con tanti sacrifici, ho perso la testa". Così al Gip del Tribunale di Napoli Nord, il 24enne Tony Sessoubti Badre (difeso da Michele Coronella) in carcere a Poggioreale dalla notte di domenica per l'omicidio del figlio di 7 anni della compagna, ammette la propria piena responsabilità chiarendo anche alcuni dettagli, come quello del manico di scopa usato come arma: "Era già rotto e me ne sono servito".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crisi in Medio Oriente: quale futuro per la difesa comune europea

Clima, Grecia: sembra di stare su Marte, è Atene

Il ministro dell'Interno britannico in Italia: "Soluzioni innovative per fermare i migranti"