ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Catalogna, il governo Sanchez cerca il dialogo con scelte simboliche

Catalogna, il governo Sanchez cerca il dialogo con scelte simboliche
Dimensioni di testo Aa Aa

Barcellona dà l'addio all'aeroporto El Prat, che presto verrà ribattezzato alla memoria di Josep Tarradellas, esule politico e in seguito primo presidente della generalitat nella Catalogna post franchista. L'annuncio altamente simbolico, arriva al termine del consiglio dei Ministri tenuto in via straordinaria a Barcellona dal governo Sanchez, che in questo modo spera di intavolare un dialogo con gli irredentisti catalani che hanno accolto la visita del governo mettendo a ferro e fuoco il centro della città.

Un'altra scelta carica di valore simbolico è quella di riconoscere ufficialmente come vittima del franchismo l'ex presidente della generalitat, Lluis Companys, fucilato nel 1940 in un caso unico in Europa per un presidente democraticamente eletto. "Con questa scelta - ha dichiarato la portavoce del governo al termine della seduta - respingiamo e condanniamo il verdetto della corte marziale che ne decise l'esecuzione e proclamiamo pubblicamente e solennemente il riconoscimento e la restituzione della piena dignità al Presidente Companys".

Ma non è solo attraverso scelte simboliche che il governo Sachez cerca il dialogo con la Catalogna: oltre ai cento milioni di euro stanziati per le infrastrutture locali, l'incontro è servito a formalizzare misure socioeconomiche già in precedenza annunciate, come l'aumento del salario minimo interprofessionale a 900 euro, il più alto dal 1977, e un aumento del 2% sugli stipendio dei dipendenti pubblici.

Ma in arrivo ci sono anche 42 milioni di euro in incentivi all'occupazione nelle Isole Canarie, dove quasi il 20% della popolazione attiva è attualmente senza lavoro.