ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brexit e lo scoglio del confine irlandese

Brexit e lo scoglio del confine irlandese
Dimensioni di testo Aa Aa

Confine irlandese. Quello con più accesi al mondo. O quasi. Attraversato da innumerevoli strade, come quello tra Stati Uniti e Canada. O tra la Russia e l'Europa orientale.

Dopo la Brexit, questa sarà l'UNICA frontiera tra la Gran Bretagna e l'Unione Europea. Almeno Via terra. Ecco perché c’é molta paura in caso di “no deal”, ovvero nessun accordo tra Londra e Bruxelles. In poche parole verrà imposta una cosiddetta frontiera dura. Uno spettro per molti cittadini che temono il ritorno dei controlli.

"Il 55% del nostro bestiamo viene mandato nel sud per la lavorazione. E questo vale anche per il 35% del nostro latte .... tutti i nostri prodotti andrebbero distrutti. Di consegenza i nostri affari potrebbero essere rovinati, così come il futuro della nostra famiglia e dei nostri figli”, sottolinea un agricoltore.

I vecchi posti di frontiera sono stati abbandonati. Ma con una Brexit "senza accordo" potrebbe essere riaperti, in modo che la Gran Bretagna possa essere per sempre libera da legami con l’Europa. Una prospettiva che secondo alcuni potrebbe generare anche episodi di violenza. "Si ripristinerebbe una barriera fisica davanti alla quale le persone potrebbero protestare, e qualcuno potrebbe anche attaccare, speriamo di no. Speriamo non accada mai. Sono sicuro che non ci sarebbero scontri, ma non sono da escludere degli attacchi sporadici", dice un residente.

Il confine è il centro della battaglia sulla Brexit

Un campo di battaglia durato decenni. Con scontri, conflitti e morti. "Pensate davvero che permetteremo loro di tornare a dettarci le regole? No, piuttosto meglio la guerra", dice una signora. La stragrande maggioranza delle persone teme il ritorno di scontri. "Se avessimo un confine duro in Irlanda del Nord, sarebbe davvero un disastro. Sarebbe la fine dell'Irlanda del Nord. Ora si vive benissimo, perchè c’é la pace."

Per ora, la Gran Bretagna vuole evitare un confine. Ma non c’è ancora alcuna rassicurazione su un’allineamento regolamentare nelle due regioni per facilitare il transito delle merci. In pratica la Brexit rischia di far (ri)diventare così netto e deciso un confine che sta per compiere i 100 anni di età . Entro tre mesi circa la Gran Bretagna dovrà dire addio all'Unione Europea, il più grande cambiamento nel suo status in cinquant'anni. Qui in Irlanda del nord pace e prosperità sono sempre più a rischio. Nessuno sa quale danno potrà creare la Brexit senza un accordo. Solo il tempo ci mostrerà le conseguenze.