ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In marcia a Parigi contro le violenze sulle donne

In marcia a Parigi contro le violenze sulle donne
Dimensioni di testo Aa Aa

Qualunque genere di violenza è intollerabile ma la violenza fatta dal più forte sul più debole grida vendetta.

Il dopo #MeToo

Dopo l'ondata #MeToo la volontà di fermare le violenze sulle donne è sempre più condivisa. Sabato 24 novembre a Parigi migliaia di donne in piazza chiedono l'alt alla violenza al lavoro e fra le pareti domestiche. Parla una delle organizzatrici...."L'idea della marcia all'inizio era quella di radunarci, le violenze isolano mentre la marcia unisce, non vogliamo più che le donne affrontino da sole la violenza, bisogna stare insieme. L'altra idea della marcia è quello di creare un elettroshock che consenta a tutte e a tutti di rendersi conto delle violenze che sono esercitate" spiega Marion Schaefer, femminista militante.

Molto nascosta ma bene presente anche in Francia la piaga del femminicidio

Nel 2016 ben 123 donne sono state uccise dal marito o dal compagno in Francia. Fra le vittime repertoriate dalle telecamere di sorveglianza a Parigi figura Marie Laguerre.

Marie Laguerre, vittima di violenza : "In generale la gente pensa che le donne esagerino nel lamentarsi delle violenze che affrontano o del sessimo questa è una cosa sorprendente e frustrante ma un video così è la prova provata del contrario".

Anche le campagne di sesibilizzazione come questa diffusa in Spagna pongono l'accento sul comportamento violento di certi uomini.

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre è la giornata internazionale contro la violeza sulle donne. Per gli appuntamenti in Francia (non c'è solo quello di Parigi) 160.000 donne hanno firmato sul web l'invito a manifestare. Si prevedono fino a 50 raduni. Gli organizzatori chiedono un aumento dei fondi stanziati ogni anno per aiutare le donne vittime di violenza.