This content is not available in your region

Finto suicidio dopo overdose, 7 indagati

Access to the comments Commenti
Di ANSA

(ANSA) – CAGLIARI, 5 NOV – Sarebbe morto per un’overdose, poi
gli amici che gli avevano venduto la droga avrebbero orchestrato
una messinscena per simulare un suicidio. Ne è convinto il
sostituto procuratore del tribunale di Cagliari, Danilo Tronci,
che ha iscritto sul registro degli indagati altre sette persone
nell’ambito dell’inchiesta sul decesso di Sebastian Casula, il
39enne di Carbonia scomparso l’11 luglio 2012 e trovato
impiccato a un albero, tre giorni dopo, nella pineta di Monte
Leone. Tutti e sette sono accusati di favoreggiamento, mentre al
primo indagato, finito nel mirino nel maggio scorso e indicato
come lo spacciatore della dose letale, la Procura contestata la
morte in conseguenza di altro reato. La svolta si è appresa oggi in occasione degli accertamenti
tecnici irrepetibili avviati dai carabinieri del Ris di Cagliari
su disposizione del pm.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.