ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bolt chiede troppo, ultimatum Mariners

Bolt chiede troppo, ultimatum Mariners
Club conferma offerta a giamaicano, ma richiesta è fuori portata
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – SYDNEY, 24 OTT – L’offerta di un contratto da
calciatore professionista c‘è stata, ma la differenza tra la
proposta dei Central Coast Mariners e la richiesta appare
enorme. Quindi il sogno di Usain Bolt di riconvertirsi al
football potrebbe terminare, almeno in Australia. Lo scrive il
quotidiano ‘Sydney Morning Herald’, spiegando che Central Coast
ha confermato di aver offerto a Bolt un contratto, in linea con
la media salariale del campionato locale, ovvero 150mila dollari
australiani annui (circa 92mila euro), ma la richiesta fatta dal
giamaicano sarebbe stata invece di 2,9 milioni, cifra che i
Mariners non sono assolutamente disposti a spendere. La
federcalcio australiana, da parte sua, ha voluto precisare di
non essere disposta a dare un contributo. Ora la domanda che si
pongono i media locali è quanto Bolt sia disposto a sacrificare
finanziariamente pur di realizzare il sogno calcistico. Intanto
il club gli ha dato un ultimatum: Bolt non si allenerà più con
la squadra “fin quando un accordo verrà raggiunto”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.