Genova, presidente porto: Aiutare i lavoratori

Genova, presidente porto: Aiutare i lavoratori
Diritti d'autore 
Di Maria Elena Spagnolo
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"Speriamo che il decreto possa essere integrato con una serie di aiuti mirati a favore delle categorie che operano sul porto", ha detto Signorini a Euronews

PUBBLICITÀ

Poche ore prima che Genova si fermasse per ricordare le vittime del ponte Morandi il governo emanava un decreto urgenze, che definisce i primi aiuti per cittadini e imprese. Ne abbiamo parlato con Paolo Signorini, presidente del porto di Genova.

Signorini: "L'evento ha colpito popolazione e imprese che erano nell'area. Quindi è bene che il decreto sia uscito con queste misure che vanno a ristorare chi veramente è stato colpito direttamente dalla vicenda. Sul porto direi che al momento il bicchiere è mezzo pieno, nel senso che la norma sull'Iva è molto importante. 

Le altre norme sulle zone economiche speciali e la zona franca nel porto di Genova sono molto utili. Noi speriamo che in sede di conversione il decreto possa essere integrato con una serie di aiuti mirati a favore delle categorie che operano sul porto: autotrasportatori, terminalisti, armatori e agenti spedizionieri. 

Queste categorie hanno bisogno di alcuni aiuti mirati e confidiamo che nei sessanta giorni che abbiamo per la conversione ci sia la possibilità di accogliere queste richieste". 

Per ascoltare l'intervista completa a Signorini **clicca sul video.  **

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Genova, primo giorno di scuola per i piccoli sfollati

Genova: l'inchiesta potrebbe allargarsi

Genova punta alla ricostruzione del ponte autostradale