ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontro Ue-Orban: "Primo atto della campagna elettorale per le europee"

Lettura in corso:

Scontro Ue-Orban: "Primo atto della campagna elettorale per le europee"

Scontro Ue-Orban: "Primo atto della campagna elettorale per le europee"
Dimensioni di testo Aa Aa

È guerra tra Viktor Oban e le istituzioni europee. Euronews ha contattato l'esperto di relazioni internazionali Andrea Carteny. "Probabilmente - dice il docente dell'Università La Sapienza di Roma - questo è il primo atto dello scontro per le elezioni europee".

"Ormai c'è un partito Popolare che raggruppa sensibilità che vanno dal centrosinistra alla destra estrema secondo i vecchi riferimenti ideologici del Novecento - aggiunge Carteny - Oggi potremmo dire tra un'Europa di Stati sovrani, rispetto a un'Europa intergovernativa. Ma anche tra l'Eurocriticismo dichiarato di Orban e l'Euroscetticismo di Marine Le Pen c'è tutta una gamma di movimenti".

"L'amministrazione statunitense, in queste ultime settimane, ha formalizzato il taglio dei finanziamenti alla cosidetta stampa d'opposizione, che è poi una stampa locale svuotata del supporto delle pubblicità - spiega l'esperto di Europa dell'Est - Una tendenza generale che in Ungheria è stata letta a favore del governo. Trump ha riconosciuto la legittimità delle politiche governative nei confronti della stampa d'opposizione".

"La campagna elettorale per l'Europarlamento è iniziata su questi temi - conclude Carteny - Orban dice: 'è possibile che mi attacchiate su queste cose quando io difendo i valori dell'Europa cristiana'. Su questo tema, tanti dettagli che spesso gli europarlamentari discutono o la commissione europea rileva sono un po' lontani dalla sensibilità dei cittadini che vivono sulla terra e hanno ben altri problemi".