ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Europa e la piazza contro la riforma della giustizia in Polonia

Lettura in corso:

L'Europa e la piazza contro la riforma della giustizia in Polonia

L'Europa e la piazza contro la riforma della giustizia in Polonia
Dimensioni di testo Aa Aa

In Polonia il primo presidente della Corte suprema, la giudice Malgorzata Gersdorf, ha sfidato il presidente della repubblica Andrzej Duda, e si è presentata al lavoro nella sede della Corte, nonostante l'entrata in vigore della nuova legge che ha mandato in pensione lei e altri giudici dell'alta corte. Un provvedimento per io quale la Commissione europea ha aperto una procedura di infrazione nei confronti del governo di Varsavia.

"Spero che vengano rispettati i valori della democrazia e che verrà ripristinato lo stato di diritto", ha detto la Gersdorf ai numerosi sostenitori. Un centinaio dei quali, dopo una massiccia manifestazione sera, ha trascorso la notte davanti alla sede della Corte in difesa dell'autonomia del potere giudiziario in Polonia. Ieri Duda ha confermato l'entrata in vigore della legge sulla Corte suprema che impone da oggi le dimissioni degli giudici 'over 65', compresa Gersdorf, nonostante la garanzia costituzionale che il primo giudice venga eletto per sei anni: termine che per lei avrebbe dovuto scadere nel 2020.(ANSA)