La Turchia condanna Israele e gli Stati Uniti, richiamati gli ambasciatori

La Turchia condanna Israele e gli Stati Uniti, richiamati gli ambasciatori
Di Cinzia Rizzi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In migliaia protestano a Istanbul contro lo spostamento dell'ambasciata statunitense a Gerusalemme e i morti di Gaza, mentre il Presidente Erdogan definisce Israele "terrorista"

PUBBLICITÀ

Migliaia di persone sono scese in piazza lunedì a Istanbul, per protestare contro lo spostamento dell'ambasciata statunitense a Gerusalemme. Bandiere a stelle e strisce e israeliane sono state bruciate. 

La manifestazione a Istanbul

Dura la condanna da parte del Presidente turco Recep Tayyip Erdogan: "Israele è uno Stato terrorista che sta compiendo un genocidio". Queste le parole del Capo di Stato, in merito all'uccisione di oltre 50 manifestanti palestinesi, durante gli scontri con l'esercito israeliano a Gaza. Erdogan ha annunciato inoltre tre giorni di lutto nazionale e "una grande manifestazione contro l'oppressione", fissata per questo venerdì, a Istanbul. Intanto Ankara ha richiamato per consultazioni i suoi ambasciatori a Washington e in Israele

"Al-Quds (nome in arabo di Gerusalemme) appartiene ai musulmani"

Video editor • Cinzia Rizzi

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia, attacco terroristico al tribunale di Istanbul: tre morti e sei feriti

Terremoto in Turchia, 700mila ancora senza casa

Turchia: due militanti pro-Gaza prendono ostaggi in una fabbrica del gruppo Procter & Gamble