Trivellazioni al largo di Cipro: Eni continua, nonostante l'opposizione turca

Trivellazioni al largo di Cipro: Eni continua, nonostante l'opposizione turca
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'amministratore delegato del colosso italiano ha incontrato il Presidente cipriota e il Ministro dell'Energia, affermando che proseguiranno le perforazioni esplorative

PUBBLICITÀ

Il colosso energetico italiano Eni è determinato a continuare l'esplorazione nelle acque al largo di Cipro, in cerca di gas naturale, nonostante l'opposizione della Turchia, che controlla la parte nord dell'isola. 

Questo mercoledì l'amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi ha incontrato il Presidente cipriota, Nikos Anastasiadīs, e il Ministro dell'Energia, Giorgos Lakkotrypis, insistendo sul fatto che la sua compagnia non è intenzionata a fermare i lavori, dopo "aver investito 700 milioni di euro". 

A febbraio, la marina turca aveva impedito a una nave noleggiata dall'Eni di raggiungere il blocco numero 3 per le perforazioni esplorative, obbligandola a lasciare le acque cipriote. L'Unione europea aveva poi condannato l'azione turca, definendola "illegale".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gas: Cipro chiede alla Turchia il rispetto delle frontiere

14esimo summit di Cipro: il duro messaggio a Erdogan

Cyprus Confidential, l'inchiesta giornalistica smaschera gli interessi russi nonostante le sanzioni