EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Skripal: "Invece di accusare, Mosca chieda un'indagine"

Skripal: "Invece di accusare, Mosca chieda un'indagine"
Diritti d'autore Foto: REUTERS/Peter Nicholls
Diritti d'autore Foto: REUTERS/Peter Nicholls
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Al via a Salisbury il lavoro dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, che dovrà pronunciarsi sulla natura della sostanza utilizzata per l'attacco. A Mosca, che sostiene provenga dal Regno Unito, la replica dell'esperto Jean-Pascal Zanders: "Chieda un'indagine indipendente"

Le accuse russe al Regno Unito: "La sostanza incriminata prodotta a Porton Down"

PUBBLICITÀ

Porton Down, Regno Unito. È qui, secondo l'ambasciatore russo presso l'Unione Europea, che sarebbe stata prodotta la sostanza utilizzata nell'attacco di Salisbury. Noto come uno dei luoghi più protetti e inaccessibili del Paese, questo centro di ricerca militare è ora il fulcro delle accuse incrociate fra Londra e Mosca. 

Foto: REUTERS/Peter Nicholls

"Se Mosca vuole certezze, solleciti un'indagine dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche"

Contattato da euronews, l'esperto d'armi chimiche e biologiche, Jean-Pascal Zanders, invita il Cremlino alla prova dei fatti. "Se le autorità russe credono veramente che la sostanza utilizzata sia stata prodotta nel Regno Unito - ci dice -, sollecitino allora un'inchiesta da parte dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche. Otterrebbero allora un'ispezione degli stabilimenti in questione nel Regno Unito, che produrrebbe degli elementi in proposito". 

Foto: REUTERS/Peter Nicholls

Al via a Salisbury il lavoro degli esperti internazionali

Da questo lunedì a Salisbury, gli esperti dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche dovranno anzitutto pronunciarsi sulla natura della sostanza utilizzata nell'attacco all'ex spia russa Serghei Skripal. "Qualora confermassero che si tratta di un agente di tipo Novichok - ci dice ancora Zanders - ciò conferirebbe anzitutto maggior peso alle accuse britanniche". 

In attesa di certezze scientifiche, spunta ora anche l'ipotesi che la sostanza che ha intossicato Skripal e sua figlia, sia stata immessa nel sistema di ventilazione dell'auto dell'ex spia russa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni Regno Unito: il ritorno di Nigel Farage, i conservatori perdono voti

Regno Unito, annuncio a sorpresa di Sunak: elezioni anticipate il 4 luglio

Il tribunale di Londra ha deciso: Assange può appellarsi contro l'estradizione negli Stati Uniti