Junker sulla crisi catalana: "Nazionalismi minaccia per l'Europa"

Junker sulla crisi catalana: "Nazionalismi minaccia per l'Europa"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

L’Europa non ha nessun ruolo nel braccio di ferro fra Barcellona e Madrid, ma al tempo stesso non è possibile pensare a un’Unione con novantacinque paesi. Lo dice Jean-Claude Juncker in un’intervista esclusiva alla televisione portoghese. Aggiungendo: “In Catalogna non abbiamo a che fare con un problema di diritti umani, perché i catalani – che mi piacciono molto, e ne rispetto la cultura e il modo di essere – non sono oppressi dalla Spagna”.

Il presidente della Commissione europea si schiera così a fianco del governo Rajoy. E quando gli viene chiesto quale sia la maggiore minaccia per l’Europa, risponde in un modo che può, ancora una volta, far pensare alla questione catalana: “Credo che la maggiore minaccia sia il nazionalismo. Bisogna fare tutto il possibile perché l’Europa abbia un peso, e il nazionalismo è un veleno che impedisce all’Europa di agire unita per avere un peso a livello mondiale”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Parità di genere nelle case europee, un'indagine mostra che è ancora lontana

"L'Europa fa accordi con i dittatori per trattenere i migranti"

La clamorosa retromarcia di Berlino: la nuova legge sulla mobilità favorisce le auto