EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Filippine: presto punibili i bambini di 9 anni

Filippine: presto punibili i bambini di 9 anni
Diritti d'autore 
Di Eri Garuti
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Per il presidente Duterte, i giovanissimi rilasciati perché non imputabili tendono a commettere nuovi reati

PUBBLICITÀ

Nelle Filippine, il pugno di ferro del presidente Rodrigo Duterte nella lotta al crimine non risparmia i minorenni.
I parlamentari della sua maggioranza stanno per approvare una legge che abbassa l’età dell’imputabilità da 15 a 9 anni.

Duterte giustifica il provvedimento affermando che i ragazzini arrestati e rilasciati perché giovanissimi tendono a commettere altri reati e aggiunge: “Stiamo producendo una generazione di criminali”.
Il presidente aveva peraltro definito “danni collaterali” le morti di bambini durante i blitz contro i trafficanti.

Finora i bambini che delinquono vengono collocati in appositi centri di recupero, come la “Casa della Speranza”, alla periferia di Manila.

Un’assistente sociale della struttura, April Amistoso, spiega perché è contraria alla nuova legge.

“Se puniamo i bambini – dice -, poi quando saranno cresciuti riprodurranno la stessa logica e puniranno altre persone. Saranno bollati come criminali. Ma se li aiutiamo, possono essere un elemento positivo nella comunità.”

Secondo i sostenitori del provvedimento, non si tratta solo di colpire i minorenni che compiono reati, ma un intero sistema.

Una venditrice ambulante, Andrea Gitering, dichiara: “Abbiamo davvero bisogno di questa legge perché i criminali adulti usano i bambini. Li utilizzano perché sanno che i bambini la passano liscia e non vanno in carcere, mentre se gli adulti commettono crimini, possono essere condannati alla prigione.”

La lotta alla criminalità e al traffico di droga condotta da Duterte ammette che i poliziotti o cittadini che si autoproclamano giustizieri uccidano i presunti delinquenti per le strade, senza alcun processo. Nei sei mesi della sua presidenza si contano già 6000 eliminazioni extragiudiziali.

Another child killed in Philippines drug war. “It's not him!” killer said after shooting 10th grader in the head. #Duterteinquirerdotnet</a> <a href="https://t.co/JRJ1fGgA9g">pic.twitter.com/JRJ1fGgA9g</a></p>&mdash; HRW Philippines (hrw_ph) December 21, 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Zelensky nelle Filippine e invita Marcos Jr. alla conferenza di pace in Svizzera

Filippine: terremoto di magnitudo 7.6 colpisce il sud del Paese, rientrata l'allerta tsunami

Filippine, la premio Nobel Maria Ressa assolta dall'accusa di evasione fiscale