La Terra soffoca. Record di CO2 nell'atmosfera

La Terra soffoca. Record di CO2 nell'atmosfera
Diritti d'autore 
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le concentrazioni di CO2 resteranno al di sopra di 400 ppm per l’intero 2016 e non scenderanno sotto tale livello per molte generazioni.

PUBBLICITÀ

“Siamo in una nuova era del clima.” Un’affermazione che tuttavia ha ben poco di positivo. Secondo l’Onu la terra ha raggiunto il record di anidride carbonica nell’atmosfera. Stando alla diffusione del bollettino annuale dell’Organizzazione meteorologica mondiale il nostro pianeta sta soffocando a causa del surriscaldamento globale e di fenomeni come El Nino.

La teneur globale de #CO2 a atteint 400 parties/million en 2015 selon WMO</a>, une nouvelle réalité <a href="https://twitter.com/hashtag/climat?src=hash">#climat</a> <a href="https://t.co/XFmJNhKqAo">https://t.co/XFmJNhKqAo</a> <a href="https://twitter.com/hashtag/COP22?src=hash">#COP22</a> <a href="https://t.co/gJIIAHKljQ">pic.twitter.com/gJIIAHKljQ</a></p>&mdash; ONU Action Climat (CCNUCC) October 24, 2016

Un allarme lanciato anche allo scorso vertice sul clima. Ecco perché è fondamentale agire in fretta, come ha sottolineato lo stesso Segretario Generale dell’Organizzazione Petteri Taalas: “Finora non abbiamo fatto abbastanza per raggiungere il limite del riscaldamento globale fissato entro il 2020 dall’accordo di Parigi che è ben al di sotto dei 2 gradi centigradi, bisogna cambiare in fretta i nostri modelli di emissione.”

#ElNiño boosted CO2 levels to new records, but underlying cause remains human activities causing #climatechange: WMO GreenhouseGas Bulletin pic.twitter.com/t4RKq2ANdS

— WMO | OMM (@WMO) October 24, 2016

Oltre allo sforamento dei limiti di anidride carbonica, il 2016 si è classificato come l’anno più caldo di sempre a livello mondiale. Intanto per vedere gli effetti benefici delle tecnologie green e dalla corsa agli investimenti nell’energia delle rinnovabili bisognerà ancora aspettare degli anni.

#CO2 levels reach new milestone. Carbon cycle animation explains how it happened and why it matters https://t.co/MsZ1HfaHta#climatechangepic.twitter.com/BCVDNnOfrm

— WMO | OMM (@WMO) October 24, 2016

Dal WWF arriva un appello: “la politica non può fingere di occuparsene: se ne deve occupare davvero. Il 3 novembre, alla vigilia dell’entrata in vigore dell’accordo di Parigi e in vista del COP22 di Marrakech, il WWF renderà noto un report sulle politiche nazionali necessarie per uscire dal primo combustibile fossile di cui possiamo fare a meno, ovvero il carbone.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Montana, la giudice dà ragione agli attivisti per l'ambiente in una causa contro lo Stato

Canarie: proteste sulle isole contro il turismo di massa

La sfida con l'energia eolica della Grecia nella prossima puntata di Euronews Witness