Attentati di Bruxelles, spunta un quinto uomo. Laachraoui formalmente identificato, grazie al DNA. Salah Abdeslam accetta l'estradizione in Francia.

Attentati di Bruxelles, spunta un quinto uomo. Laachraoui formalmente identificato, grazie al DNA. Salah Abdeslam accetta l'estradizione in Francia.
Di Lilia Rotoloni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Identificato Ibrahim El Bakraoui quasi subito, identificato Najim Laachraoui, il primo a sinistra nella foto ricavata dalla video sorveglianza

PUBBLICITÀ

Identificato Ibrahim El Bakraoui quasi subito, identificato Najim Laachraoui, il primo a sinistra nella foto ricavata dalla video sorveglianza dell’aeroporto di Bruxelles. L’uomo in bianco a destra è ancora ricercato. E si scopre che il fratello di Ibrahim, Khalid El Bakraoui, il kamikaze della metro, era con un complice il giorno dell’attentato. Gli inquirenti belgi non sanno però se l’uomo sia rimasto ucciso o sia fuggito.

connessione Bruxelles-Parigi

È ora possibile stabilire una connessione fra gli attentati di Parigi e quelli di Bruxelles, perché l’artificiere del commando Lachraoui è ritenuto uno degli interlocutori con cui i terroristi del 13 novembre parlarono al telefono la notte della strage.

Abdeslam pronto all’estradizione in Francia

Sul fronte dell’inchiesta su Salah Abdeslam , il membro del commando di Parigi arrestato in Belgio avrebbe accettato l’estradizione in Francia. Lo ha detto il suo avvocato, Sven Mary, che lo ha rappresentato all’udienza per la convalida dell’arresto svoltasi nella mattinata a Bruxelles.

Il legale ha precisato che, per il momento, il suo assistito non ha risposto alle domande degli inquirenti, ma non esclude che possa farlo in seguito.

Perché il Belgio è il focolaio del jihadismo europeo. L'articolo di Le Monde. https://t.co/RxRGLpbuLA

— Internazionale (@Internazionale) 24 mars 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attentati a Bruxelles: Ankara, Ibrahim El Bakraoui espulso due volte da Turchia

Bruxelles. Re Filippo alla metro Maelbeek per onorare le vittime

Bruxelles, una donna peruviana di 36 anni la prima vittima identificata