Yemen, aiuti umanitari giunti a Sanaa

Yemen, aiuti umanitari giunti a Sanaa
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

la Croce Rossa: garantita dalle parti in conflitto la possibilità di fornire assistenza.

PUBBLICITÀ

I primi aiuti umanitari dall’inizio dei bombardamenti hanno raggiunto venerdì mattina la capitale yemenita Sanaa.

L’Onu chiede che i raid concedano una tregua di almeno qualche ora al giorno per fornire assistenza alla popolazione.

L’Unicef ha fatto giungere acqua per 80.000 persone e cibo per 20.000 bambini, oltre a materiale medico, contenuto anche negli scatoloni della Croce Rossa internazionale.

“Aspettiamo – ha detto Cedric Sschweizer, capodelegazione della Croce Rossa – un secondo aereo, si spera per domani. Un team di chirurghi è giunto, inoltre, ad Aden. Ora il nostro lavoro sarà portare assistenza in tutto il Paese”.

Ha aggiunto, poi, che “sono state contattate tutte le parti coinvolte nel conflitto, che hanno garantito la possibilità di portare assistenza ovunque”.

Fra gli obiettivi della coalizione a guida saudita che combatte gli houthi, ci sono anche i depositi di carburante, per impedire i rifornimenti ai mezzi dei ribelli sciiti. Ma anche per questo i civili pagano pesanti conseguenze. La benzina è ormai introvabile.

I bombardamenti sono stati intensi su Sanaa anche venerdì mattina. Mirati soprattutto su depositi di armi controllati da fedeli dell’ex presidente Ali Abdallah Saleh, alleatisi con gli houthi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Esplosione segnalata al largo delle coste dello Yemen, nello stretto di Bab el-Mandeb

Houthi attaccano tre navi nel Mar Rosso, un gesto contro Israele. Sale la tensione in Medio Oriente

Tragedia a Sana'a: oltre 80 vittime durante la distribuzione di denaro. Panico per uno sparo in aria