ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Viaggiare in Europa se non si è cittadini europei

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Viaggiare in Europa se non si è cittadini europei
Dimensioni di testo Aa Aa

Olaf: “Sono un cittadino tedesco, vivo in Belgio con mia moglie, cittadina non europea. Per le vacanze d’estate abbiamo in mente di andare in Francia e poi in Gran Bretagna. Mia moglie dovrà avere un visto d’ingresso?”

Isabelle Dochy, servizio informazioni Europe Direct: “Sua moglie dovrà avere con sè il passaporto in corso di validità. In base alla sua nazionalità potrebbe dover presentare anche un visto d’ingresso, alla frontiera.

Non ha bisogno di chiedere un visto d’ingresso se il paese verso il quale è diretta fa parte dell’area Schengen, come è il caso di Francia e Belgio, e se possiede un permesso di soggiorno o un visto di un altro paese dello spazio Schengen.

Per quello che riguarda la Gran Bretagna, come anche altri paesi che non fanno parte dello spazio Schengen, come l’Irlanda, Cipro, la Romania e la Bulgaria, la signora non ha bisogno di possedere un visto, se viaggia insieme a lei, o se viaggia per raggiungerla, avendo un documento di residenza rilasciato da un paese dell’Unione europea, diverso dal paese del quale lei ha la nazionalitâ, in questo caso la Germania.

Il titolo di residenza deve chiaramente indicare che il suo possessore è membro di una famiglia che fa parte di un paese dell’Unione europea.

In ogni caso, per evitare ogni problema, contatti prima di partire l’ambasciata del paese dove avete intenzione di andare, con lo scopo di prendere conoscenza dei documenti che i componenti della vostra famiglia che non appartengano all’Unione europea dovranno presentare alla frontiera, dato che tali documenti possono variare da un paese a un altro.

Se sua moglie avesse bisogno di un visto d’ingresso, dovrà presentare una domanda in anticipo presso l’ambasciata o il consolato del paese dove intende andare.

Le domande devono essere trattate rapidamente e gratuitamente: i paesi dello spazio Schengen devono rilasciare i visti entro quindici giorni, gli altri paesi nel più breve tempo possibile.

Tuttavia, se sua moglie si presentasse alla frontiera senza un visto d’ingresso le autorità devono darle la possibilità di provare con qualsiasi mezzo di essere parte della vostra famiglia. In caso venga provato, si dovrâ rialsciare un visto d’ingresso al momento.

Per ulteriori informazioni sull’Unione europea, chiamate lo 00 800 6789 91011, o andate sul sito www//europa.eu/youeurope/citizens

Per porre delle domande a U talk cliccare qui sotto