EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

I passaporti più potenti del mondo: Germania, Italia e Spagna al secondo posto

Singapore detiene ora il passaporto più potente del mondo.
Singapore detiene ora il passaporto più potente del mondo. Diritti d'autore Canva
Diritti d'autore Canva
Di Angela Symons
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Il passaporto più potente del mondo è cambiato per la prima volta dopo cinque anni: scalzato il Giappone

PUBBLICITÀ

Per la prima volta in cinque anni, il Giappone è stato scalzato dal primo posto nella classifica dei passaporti più "potenti", ovvero più accettati al mondo. A balzare in testa è stato Singapore, secondo l'ultima classifica dell'Henley Passport Index 2023. 

I cittadini della piccola nazione asiatica hanno infatti accesso, senza necessità di un visto, a 192 Paesi, su un totale di 227 in tutto il mondo. Il Giappone è sceso invece al terzo posto, mentre tre Paesi europei hanno raggiunto il secondo: si tratta di Germania, Italia e Spagna, per i quali vale l'esenzione dal visto per 190 destinazioni.

Come viene stilata la classifica dell'Henley Passport Index?

L'Henley Passport Index classifica i passaporti più potenti nel mondo e viene aggiornato trimestralmente. Si basa, appunto, sul numero di destinazioni nelle quali i titolari di passaporto possono accedere senza visto.

Henley & Partners, società di consulenza per la cittadinanza e la residenza a livello mondiale, utilizza i dati dell'Associazione Internazionale del Trasporto Aereo (IATA) per stilare la classifica di 199 passaporti. L'indice è in vigore da 18 anni.

I Paesi ottengono un punto per ogni destinazione che possono visitare senza visto. Ovvero se i cittadini possono ottenere un visto all'arrivo, un permesso di visita o un'autorizzaziodi viaggio elettronica (ETA) quando entrano nella destinazione.

Non vengono assegnati punti per le destinazioni nelle quali è richiesto un visto o il titolare del passaporto deve ottenerne uno elettronico approvato dal governo prima della partenza.

Quali sono i Paesi con i passaporti più potenti?

All'inizio del 2023, il Giappone deteneva come detto il primo posto, con l'accesso senza visto a 193 Paesi. Ora è sceso a 189 Paesi, lasciando Singapore al primo posto. Negli ultimi dieci anni, la città-Stato ha ottenuto l'esenzione dall'obbligo del visto per altri 25 Paesi, scalando cinque posizioni nella classifica.

La top 10 è completata da:

2. Germania, Italia e Spagna

3. Giappone, Austria, Finlandia, Francia, Lussemburgo, Corea del Sud e Svezia.

4. Danimarca, Irlanda, Paesi Bassi e Regno Unito

5. Belgio, Repubblica Ceca, Malta, Nuova Zelanda, Norvegia, Portogallo e Svizzera

6. Australia, Ungheria e Polonia

7. Canada e Grecia

8. Lituania e Stati Uniti

9. Lettonia, Slovacchia e Slovenia

10. Estonia e Islanda

Il Regno Unito è salito dal sesto al quarto posto per la prima volta dal 2017. Gli Stati Uniti, invece, hanno continuato il loro declino decennale, scendendo di altri due posti, all'ottavo gradino. Nell'ultimo decennio, il Paese nordamericano ha registrato l'aumento più contenuto del suo punteggio rispetto a tutti gli altri: nel 2014, Regno Unito e Stati Uniti occupavano congiuntamente il primo posto.

PUBBLICITÀ

Quali sono i Paesi con i passaporti meno potenti?

Quello afgano rimane invece il passaporto più debole al mondo, con l'accesso senza visto ad appena 27 destinazioni - 165 in meno di Singapore. Seguono l'Iraq (29 destinazioni) e la Siria (30 destinazioni).

In fondo alla classifica troviamo anche Pakistan (33 destinazioni), Yemen e Somalia (35 destinazioni), Palestina e Nepal (38 destinazioni), Corea del Nord (39 destinazioni), Bangladesh (40 destinazioni), Libia e Sri Lanka (41 destinazioni) e Kosovo (42 destinazioni).

La libertà di viaggiare è in aumento, ma anche le disuguaglianze crescono

Nel corso degli anni, l'Indice dei passaporti mostra che la libertà di viaggiare sta generalmente aumentando. Il numero medio di Paesi a cui è possibile accedere senza visto è quasi raddoppiato, passando da 58 nel 2006 a 109 nel 2023. Solo otto Paesi al mondo hanno meno accesso all'esenzione oggi rispetto a dieci anni fa. 

Dal 2013, i cittadini degli Emirati Arabi Uniti possono evitare il visto per 107 destinazioni, il che ha permesso al passaporto della nazione mediorientale di passare dal 56° al 12° posto della classifica. Ma è la Colombia il Paese che ha guadagnato più posizioni, passando dal 65° al 37° posto. Anche l'Ucraina e la Cina risultano nella top ten delle nazioni che sono salite di più in classifica negli ultimi 10 anni.

Tuttavia, il divario tra i passaporti più e meno potenti si sta allargando.

PUBBLICITÀ

Quali sono i Paesi con le politiche dei visti più accoglienti?

Una nuova classifica, l'Henley Openness Index, rivela quali sono i Paesi con le politiche sui visti più e meno accoglienti. Le piccole isole, gli Stati africani e la Cambogia occupano i primi 20 posti.

Dodici Paesi offrono l'esenzione dal visto o il visto all'arrivo a tutti gli altri 198 passaporti del mondo. Si tratta di Burundi, Isole Comore, Gibuti, Guinea-Bissau, Maldive, Micronesia, Mozambico, Ruanda, Samoa, Seychelles, Timor Est e Tuvalu. I quattro Paesi in fondo alla lista non consentono invece l'accesso senza visto per nessun passaporto. Si tratta di Afghanistan, Corea del Nord, Papua Nuova Guinea e Turkmenistan. Seguono Libia, Bhutan, Eritrea, Guinea Equatoriale e India, che prevedono l'esenzione dal visto per meno di cinque nazionalità.

L'apertura equivale all'accesso?

I due indici mostrano come un'elevata apertura non equivalga necessariamente a un elevato accesso senza visto ai Paesi. Tuttavia, Singapore e la Corea del Sud - entrambi relativamente aperti - hanno scalato l'Indice dei passaporti, mentre gli Stati Uniti e il Canada sono scivolati in basso nell'Indice proprio a causa della stagnazione del loro grado di "reciprocità".

I titolari di passaporto americano possono accedere a 184 destinazioni su 227 senza visto, mentre solo 44 altre nazionalità possono accedere agli Stati Uniti senza visto. Gli Stati dell'UE, ad esempio, concedono l'esenzione dal visto a un numero di Paesi più che doppio rispetto agli Stati Uniti.

Australia, Canada, Nuova Zelanda e Giappone completano la top five dei Paesi con la maggiore disparità tra la libertà di viaggio di cui godono e l'accesso senza visto che concedono a cittadini di altri Paesi. I Paesi più aperti ma con i passaporti meno potenti sono Somalia, Sri Lanka, Gibuti, Burundi e Nepal.

PUBBLICITÀ
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il passaporto più potente al mondo è europeo

Niente più code alla frontiera: la Finlandia testa i passaporti digitali. Presto in tutta l'Ue

Accordo tra Tottenham e Bayern per l'acquisto del capocannoniere Harry Kane per 100 milioni di euro