EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Parigi, Berlino, Roma o Madrid: quale città europea ha gli hotel sempre pieni?

Parigi, all'ombra della Tour Eiffel.
Parigi, all'ombra della Tour Eiffel. Diritti d'autore Canva
Diritti d'autore Canva
Di Servet Yanatma - Edizione italiana: Cristiano Tassinari
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Parigi è in testa a tutte le classifiche, tranne in quella delle capitali più "affollate", nel rapporto tra numero di turisti e numero di abitanti. Qui, al primo e forse poco invidiabile primo posto, troviamo Amsterdam, davanti a due sorprese: Dublino e Tallin

PUBBLICITÀ

Nel 2019 sono stati oltre 43 milioni i pernottamenti negli hotel di Parigi, nettamente al primo posto tra le città europee.

E le altre città?

L'overtourism è un tema interessante, discusso e discutibile, con molte famose destinazioni turistiche (anche in Italia: ultima in ordine di tempo, le Cinque Terre) che pensano di introdurre regole e restrizioni per frenare il sovraffollamento dei turisti.

Questo potrebbe farci riflettere su dove andare in vacanza quest'estate - soldi permettendo - e quali località, forse, sarebbe meglio evitare.

La scorsa settimana abbiamo approfondito i dati che hanno rivelato quali capitali europee accolgono il maggior numero di visitatori per residente.

Un po' a sorpresa, Amsterdam si è classificata al primo posto come la "capitale più affollata" d'Europa, seguita da vicino da Dublino e Tallinn. Le città meno affollate (possibile? Sì, in base al rapporto turisti/abitanti) sono state Berlino, Madrid, Bruxelles e Budapest.

Ma quanti di questi visitatori poi pernottano?

Il rapporto di Eurostat sui pernottamenti nelle strutture ricettive può aiutare a rispondere a questa domanda.

Quale città europea accoglie più visitatori durante la notte?
Parigi guida nettamente la classifica, in termini di notti trascorse.

Come abbiamo scritto all'inizio, nel 2019 sono stati 43,2 milioni i pernottamenti in alloggi turistici nella capitale francese.
Berlino è al secondo posto, con 33,2 milioni di notti, seguita da Madrid con 28,9 milioni.

Londra non è inclusa nell'elenco, poiché i dati non erano disponibili.

Sofia, in Bulgaria, ha registrato il minor numero di pernottamenti in alloggi turistici, con 1,2 milioni di visitatori notturni all'anno.
Anche la capitale lettone Riga (2,2 milioni) e la capitale lituana Vilnius (2,3 milioni) sono scese in fondo alla lista.

Quale città ha la più alta "intensità turistica"?

Per contestualizzare queste cifre, dobbiamo valutare esattamente la quantità di abitanti di ciascuna città.

Guardando all'"intensità turistica" - il rapporto tra le notti trascorse in alloggi turistici rispetto alla popolazione totale dei residenti permanenti nell'area - si ottiene un quadro più chiaro di quali città sono le più affollate.

Parigi è in cima alla lista anche in questa categoria.
Nel 2019 i turisti hanno trascorso a Parigi 19,9 notti per residente, seguiti da Praga con 14,1 notti.

I turisti hanno trascorso 9,3 notti per residente a Berlino (Germania), 8,9 notti a Vienna (Austria), e 8,2 notti a Oslo (Norvegia).

Sofia (Bulgaria) e la capitale della Turchia, Ankara, hanno registrato il minor numero di notti trascorse in alloggi turistici per residente con 0,9 notti.

Questa cifra è stata di 7,4 notti ad Amsterdam, 7,1 notti a Lisbona, 4,4 notti a Madrid, 3,7 notti a Roma e 3,4 notti a Dublino.

Quale paese dell'Unione europea ha la più alta intensità turistica?

A livello nazionale, l'intensità turistica è più alta in Islanda, con 23,5 notti trascorse in strutture ricettive per residente all'anno.

PUBBLICITÀ

La Croazia è seconda con 22,4 pernottamenti, mentre la Romania ha solo 1,5 pernottamenti per residente.

Questo rapporto è di 14,4 in Austria, 13,4 in Grecia, 10 in Spagna, 6,6 in Francia e 5,3 in Germania.

Nell'Ue, nel suo insieme, la media è stata di 6,4 notti per residente.

Come sono stati raccolti questi dati?

Poiché questo set di dati si basava sulla classificazione NUTS 2, che riflette l'applicazione delle politiche regionali, le cifre sono specifiche per tali regioni o per le maggiori capitali.

Nella nostra analisi abbiamo utilizzato i dati del 2019, per evitare l'impatto della pandemia di Covid, iniziata nel 2020.

PUBBLICITÀ

Mentre i dati per Paese erano disponibili per l'anno 2019, mancavano i numeri per alcune capitali. In questi casi, abbiamo utilizzato la quota della capitale all'interno del Paese nel 2021 e l'abbiamo adeguata al 2019.
Ora, guardiamo avanti e aspettiamo i dati per il 2023...

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nel 2023 Vienna si conferma la città più vivibile del mondo

Roma: la "scena del crimine" di Giulio Cesare è aperta al pubblico

L'oscuro segreto del turismo: cos'è il tourism leakage e come evitarlo?