This content is not available in your region

Samarcanda si rifà il look: lanciato un nuovo complesso turistico

Samarcanda si rifà il look: lanciato un nuovo complesso turistico
Diritti d'autore  euronews
Di Galina Polonskaya

A Samarcanda è stato aperto un nuovo complesso turistico, il Silk Road Samarkand. Qui i moderni standard dell'ospitalità valorizzano le tradizioni del passato. La struttura dispone di diversi hotel, un enorme centro congressi e molto altro ancora: una vera e proria cittadella in stile medievale, rivista in chiave moderna, creata dagli artigiani dell'Uzbekistan. Per i costruttori questo polo turistico diventerà un riferimento dell'ospitalità in Asia centrale.

Una cittadella medievale rivista in chiave moderna

"Silk Road Samarkand darà una spinta allo sviluppo del turismo nella città di Samarcanda - dice Artyom Yegikyan, direttore generale della società di gestione Silk Road Samarkand -. Prevediamo come minimo di raddoppiare il flusso di turisti. La creazione di posti di lavoro sarà un impulso allo sviluppo dell'economia della regione".

Euronews
La cittadella in stile medievale è stata decorata dagli artigiani del postoEuronews

Abduvali Nabiev ha decorato la nuova cittadella con le sue ceramiche. Ogni regione dell'Uzbekistan ha il suo stile. Abduvali è un maestro dell'antica tecnica di Samarcanda, che ha studiato per molti anni. "Abbiamo viaggiato in tutto il paese per studiare la ceramica - dice Nabiev -. La nostra ceramica di Samarcanda è diversa, i nostri disegni e i nostri colori sono diversi".

La carta di seta, tesoro di Samarcanda

Firdavs Umarov ha trascorso una vita a perfezionare la tecnica per produrre la celebre carta di seta di Samarcanda: veniva prodotta qui secoli fa, ai tempi della Via della Seta, ed era famosa in tutta Europa. Umarov lavora con i suoi figli, che stanno imparando il procedimento. 

Euronews
La carta di seta veniva prodotta già secoli fa a Samarcanda ed era nota in tutta EuropaEuronews

La carta di seta di Samarcanda si ottiene dalla corteccia di gelso, che viene prima bollita a lungo e poi schiacciata. Il processo è incredibilmente laborioso e richiede lunghe ore di lavoro. È su questa carta che gli artisti disegnavano le loro miniature ai tempi della Via della Seta.

"Lo faccio per i posteri e perché tutto il mondo sappia che la carta di seta è rinata a Samarcanda - dice Umarov -. Non ci sono elementi artificiali, si conserva per un tempo molto lungo, fino a mille anni. Facciamo una carta speciale".