This content is not available in your region

Approfittare dei grandi spazi all'aria aperta in Serbia

Approfittare dei grandi spazi all'aria aperta in Serbia
Diritti d'autore  Milos Lopusina, CC BY-SA 4.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0>, via Wikimedia Commons
Di Helen Elfer

Chiunque sia in cerca di avventure che lo portino fuori dai sentieri battuti in Serbia troverà sicuramente quello che sta cercando. Viaggiare nelle vaste aree rurali di questo paese può significare qualsiasi cosa, dall'arrampicarsi su graziosi sentieri di montagna all'ammirare l'arte medievale in monasteri appartati, divorare enormi piatti di salsicce grigliate affumicate o dormire in un remoto villaggio da favola.

I fiumi, i laghi e i parchi nazionali sono luoghi ideali per sport d'avventura e avvistamento di animali selvatici e, indipendentemente dalla regione che si sceglie di esplorare, la bellezza selvaggia del paesaggio vi darà la pelle d'oca.

Paesaggi stravaganti e panorami da sogno

Con i suoi canyon, le foreste di un verde intenso e i laghi scintillanti, la Serbia vanta innumerevoli luoghi da cartolina che vale la pena visitare solo per il panorama. Per molti viaggiatori, la gola del fiume Uvac è in cima alla lista.

Scogliere calcaree torreggiano sull'acqua verde abbacinante del fiume, che si snoda creando spettacolari meandri. Una crociera in barca è il modo più semplice e rilassante per ammirare la serena bellezza del della gola, ma per una migliore vista delle curve del fiume, bisogna salire fino a raggiungere uno dei punti panoramici. A questo scopo, meglio scegliere un tour che includa una visita alla stazione di osservazione di Molitva, con la sua piccola piattaforma di legno da cui si può godere di un panorama spettacolare.

Srdjan Stojiljkovic
Il fiume UvacSrdjan Stojiljkovic

Altrettanto memorabile e fotogenico è un intrigante fenomeno naturale nel sud della Serbia: la Città del Diavolo (Djavolja Varoš). Qui troverete una serie di 200 formazioni rocciose alte e appuntite, che secondo una delle leggende sulle origini del luogo, sarebbero in realtà invitati di nozze pietrificati, trasformati in pietra come punizione per aver partecipato al matrimonio di un fratello e una sorella. E secondo la gente del posto, il suono caratteristico che fa il vento mentre sibila oltre le figure di pietra è quello del diavolo che sussurra. E se ne avete il coraggio, programmate la visita per dopo il tramonto, quando l'illuminazione crea effetti inquietanti.

Sport e avventura

Il parco nazionale di Tara, nella Serbia occidentale, è un paradiso naturale ricoperto da una fitta boscaglia, attraversato da ruscelli e fiumi di montagna e ricco di fauna selvatica.

Un'esperienza unica per gli amanti degli animali, poiché il parco ospita una vasta popolazione di orsi bruni, che possono essere avvistati durante le visite guidate. Esperte guardie forestali scortano il visitatore in punti di avvistamento di legno nascosti nel profondo della foresta, dove bisogna aspettare il più silenziosamente possibile fino a quando gli orsi non si fanno vedere. Nel frattempo, è possibile avvistare altre creature che vagano tra gli alberi, fra cui cervi, cinghiali, lupi e gatti selvatici, e alzando lo sguardo, aquile reali e falchi pellegrini.

TarjaMitrovic, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons
Il parco nazionale di TaraTarjaMitrovic, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons

Il parco nazionale di Tara è anche il luogo ideale per dedicarsi agli sport d'avventura molti dei quali da svolgere all'interno o intorno al possente fiume Drina. Uno splendido percorso in kayak è quello di 15 chilometri che porta dal placido lago Perućac alla Casetta sulla Drina, una minuscola capanna arroccata su una roccia in mezzo all'acqua. Ogni estate, l'atmosfera qui si scalda con l'annuale Drina Regatta che attira migliaia di amanti dell'avventura a domare il fiume su barche e gommoni mentre sulla riva si tengono barbecue, concerti e feste.

Ebs Els
La Casetta sulla DrinaEbs Els

La Serbia non viene spesso considerata una delle migliori destinazioni per ciclisti, eppure ci sono alcuni luoghi lungo il Danubio e attraverso il parco nazionale di Djerdap dove vale la pena inforcare le due ruote. La pista ciclabile del Danubio, il principale percorso ciclistico a lunga percorrenza della Serbia, attraversa il paese dal confine croato alla frontiera con la Bulgaria, passando per Novi Sad, Belgrado, villaggi e parchi nazionali.

Monasteri e villaggi

Visitare i monasteri ortodossi della Serbia è una delle esperienze più straordinarie da fare. Ce ne sono centinaia sparsi per il paese in vari stili architettonici e molti sono ambientati in luoghi incredibili. Uno dei più insoliti è Crna Reka, che risale al XIII secolo. Il monastero è costruito all'interno delle grotte di una ripida scogliera nel profondo sud-ovest della Serbia, che si affaccia sulle gole di Ibar Kolašin sul fiume Crna. Il monastero di Studenica, dichiarato patrimonio dell'umanità dall'Unesco, è il più grande e famoso della Serbia e comprende due chiese che contengono alcuni degli affreschi più preziosi del paese.

White Writer, Wikipedia, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons
Il villaggio di SirogojnoWhite Writer, Wikipedia, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons

Per finire, sarebbe un'eresia concludere questo viaggio nelle campagne serbe senza un contatto con quella che è la vita di tutti i giorni degli abitanti. Il villaggio di Sirogojno, nei pressi di Zlatibor, è un punto di partenza perfetto, poiché è in parte un vero e proprio museo a cielo aperto che mostra stili di vita tradizionali. Se si è in cerca di pace, tranquillità e per respirare la fresca aria di montagna, Donji Taor è un'altra ottima scelta, con splendide cascate da visitare nelle vicinanze.

Indipendentemente dal villaggio in cui sceglierete di soggiornare, non partite senza aver assaggiato alcuni dei sostanziosi piatti serbi fatti in casa. I tradizionali ćevapi sono una sorta di polpette cilindriche a base di carne trita di manzo e di agnello arricchite con spezie ed aromi, solitamente gustate con focacce e salsa di peperoni rossi. Il burek, la torta salata ripiena di carne, formaggio e verdure, è la colazione perfetta per ritemprarsi e prepararsi per le avventure del giorno successivo.