EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Dagli scienziati la "prova" che essere vegetariani potrebbe essere scritto nei geni

Gli scienziati hanno identificato tre geni che potrebbero influire sulla scelta di una dieta vegetariana.
Gli scienziati hanno identificato tre geni che potrebbero influire sulla scelta di una dieta vegetariana. Diritti d'autore Canva
Diritti d'autore Canva
Di Oceane Duboust
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Dopo aver esaminato 330mila genomi, i ricercatori hanno identificato le caratteristiche comuni di quelli dei vegetariani che potrebbero spiegare perché scelgono una dieta priva di carne

PUBBLICITÀ

Il vegetarianismo è stato praticato per millenni in diverse società e culture, ma oggi solo una piccola minoranza di persone rinuncia a mangiare carne. Le persone lo fanno per motivi etici, come il benessere degli animali o la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Ma potrebbe trattarsi anche di qualcosa che ha a che fare con la genetica.

Un gruppo di ricercatori ritiene infatti di aver scoperto la prova che la scelta di una dieta a base vegetale potrebbe essere influenzata anche dalla nostra genetica.

Oltre 330mila genomi analizzati

Un team guidato da Nabeel Yaseen, docente di Patologia generale alla Northwestern University, negli Stati Uniti, ha esaminato la United Kingdom Biobank, un database biomedico su larga scala. Hanno confrontato i genomi di 5.324 vegetariani rigorosi e 329.455 non vegetariani di età compresa tra i 40 e i 69 anni.

I ricercatori hanno cercato di "identificare i loci associati alla presenza di una dieta vegetariana rigorosa". In genetica, un locus indica la posizione, stabile, di un gene all'interno di un cromosoma.

I meccanismi con cui le varianti genetiche influenzano le scelte alimentari coinvolgono un'interazione tra metabolismo, effetti fisiologici e percezione del gusto. I livelli di gradimento e di consumo degli alimenti ne sono di conseguenza influenzati
Nabeel Yaseen
Docente di Patologia generale alla Northwestern University

"Abbiamo identificato tre geni significativamente associati al vegetarismo e altri 31 geni che potrebbero esserlo", ha dichiarato Yaseen a Euronews Next.

I risultati del team sono stati pubblicati sulla rivista scientifica PLoS ONE. "I meccanismi con cui le varianti genetiche influenzano le scelte alimentari coinvolgono un'interazione tra metabolismo, effetti fisiologici e percezione del gusto. I livelli di gradimento e di consumo degli alimenti ne sono di conseguenza influenzati", si legge nello studio.

La scoperta del team apre nuove strade per possibili analisi: saranno necessari infatti ulteriori ricerche per comprendere appieno la relazione tra genetica e vegetarianismo.

Ruolo dei geni

"Sulla base delle funzioni di alcuni di questi geni, ipotizziamo che il metabolismo dei lipidi (grassi) e i suoi effetti sulla funzione cerebrale possano avere un ruolo", ha detto Yaseen. "Al momento - ha aggiunto - possiamo solo fare ipotesi: una possibilità è che la carne contenga componenti grassi unici che i vegetariani sono in grado di sintetizzare adeguatamente a livello endogeno, mentre altri devono ottenerli da una dieta contenente carne.

Questa ricerca fa parte degli studi di associazione genomica (GWAS), emersi a metà degli anni 2000. Si tratta di un approccio scientifico utilizzato per identificare le variazioni genetiche associate  talvolta alle malattie. Con gli GWAS, i ricercatori esaminano l'associazione tra le varianti genomiche e un tratto specifico, anche se possono identificare solo la correlazione, non la causalità.

"Speriamo che il nostro studio stimoli ulteriori ricerche sulla genetica e sulla fisiologia dell'essere vegetariani", ha detto Yaseen, auspicando che le ricerche future forniscano maggiori informazioni sul ruolo svolto dai geni e dalle varianti identificate. "Questa conoscenza potrebbe permetterci di fornire raccomandazioni dietetiche più personalizzate e forse di produrre migliori sostituti della carne", ha concluso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il settore tecnologico israeliano è in stato di guerra: il personale viene richiamato come riservista e gli investitori si preparano al conflitto

Germania sempre più vegetariana, -9 kg di carne in cinque anni per ogni tedesco

La tartaruga gigante di Aldabra, vera vegetariana o spietata assassina?