IA ecco quali sono i lavori a rischio

Image
Image Diritti d'autore Canva
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Gli esseri umani verranno sostituiti dalle macchine?

PUBBLICITÀ

OpenAI, la società dietro la popolare chatbot ChatGPT, ha analizzato i numeri sull'esposizione di diversi lavori all'intelligenza artificiale (AI) e questi numeri sono illuminanti.

Utilizzando il suo ultimo modello linguistico di apprendimento automatico (LLM), il GPT-4 rilasciato di recente, nonché l'esperienza umana, i ricercatori hanno studiato le potenziali implicazioni dei modelli linguistici sulle occupazioni all'interno del mercato del lavoro statunitense.

Mentre i ricercatori sottolineano che il documento non è una previsione certa, hanno scoperto che circa l'80% della forza lavoro statunitense potrebbe avere almeno il 10% delle proprie attività lavorative influenzate da GPT, o "trasformatori generativi" pre-addestrati.

Nel frattempo, circa il 19% dei lavoratori potrebbe subire un impatto su almeno il 50% delle proprie attività.

Il documento, scritto da ricercatori di OpenAI, OpenResearch e dell'Università della Pennsylvania, esamina la "esposizione" delle attività lavorative all'intelligenza artificiale, "senza distinguere tra effetti di aumento del lavoro o effetti di sostituzione del lavoro".

I ricercatori hanno definito "esposizione" una misura del fatto che l'accesso a un sistema alimentato da GPT potrebbe ridurre il tempo necessario a un essere umano per eseguire una specifica attività lavorativa di almeno il 50%.

Quali sono i lavori più esposti?

Per lo studio, gli esperti umani e l'intelligenza artificiale hanno elaborato separatamente l'esposizione di diverse occupazioni. Il modello linguistico ha etichettato 86 lavori come "completamente esposti".

Completamente esposto non significa che le attività possano essere completamente automatizzate da queste tecnologie, notano gli autori, ma significa che stimano che i GPT potrebbero far risparmiare ai lavoratori "una notevole quantità di tempo completando gran parte delle loro attività".

Gli esseri umani hanno etichettato 15 occupazioni come completamente esposte, mentre il modello linguistico ha etichettato 86 come completamente esposte.

Le occupazioni che gli esseri umani hanno scoperto esposte al 100% sono:

Matematici

Preparatori fiscali

Analisti finanziari quantitativi

Scrittori e Autori

Progettisti di interfacce web e digitali

Bard Google vs ChatGPT di OpenAI: quale dei chatbot IA rivali è migliore?

Google ha reso disponibile la sua chatbot di intelligenza artificiale (AI) Bard a più utenti nel Regno Unito. 

PUBBLICITÀ

Molti dei suoi usi riflettono quelli del popolare chatbot di OpenAI; scrivere molti tipi di testo, spiegare argomenti complessi, assistere con la codifica e così via.

Nel complesso, Bard è estremamente simile a ChatGPT, essendo addestrato su un enorme set di dati e attualmente non essendo connesso a Internet.

Caricando Bard per la prima volta, Google si prende un momento per ricordare all'utente che Bard "è un esperimento", chiedendo di tenere presente che "Bard non sempre farà bene" e che "Bard potrebbe dare risposte imprecise o inappropriate ”.

Gran parte dell'interesse per ChatGPT e per il motore di ricerca AI basato su ChatGPT recentemente rilanciato da Microsoft, Bing, riguardava i tentativi di far sì che l'IA si comportasse male.

Altre occupazioni ad alta percentuale in cui gli umani potrebbero rimetterci sono:

PUBBLICITÀ

Ricercatori di sondaggi (84,4)

Scrittori e autori (82,5)

Interpreti e traduttori (82,4)

Specialisti in pubbliche relazioni (80,6)

Scienziati animali (77,8)

PUBBLICITÀ

I modelli linguistici hanno riscontrato che questi lavori sono esposti per oltre il 90%:

Impiegati

Ingegneri blockchain

Reporter giudiziari e sottotitolatori simultanei

Correttori di bozze

PUBBLICITÀ

"Abbiamo osservato che la maggior parte delle occupazioni mostra un certo grado di esposizione ai GPT, con occupazioni con salari più alti che generalmente presentano più compiti con un'elevata esposizione", hanno concluso gli autori.

Sam Altman afferma che un'intelligenza artificiale "potenzialmente spaventosa" è all'orizzonte. Questo è ciò che tiene svegli la notte gli esperti di intelligenza artificiale.

Limiti dello studio

Gli autori notano una serie di limitazioni del loro studio, con una, la ricercatrice OpenAI Pamela Mishkin, che le ha evidenziate in un thread su Twitter.

"I GPT di oggi possono fare molto. Negli ultimi anni li abbiamo visti migliorare sempre di più nel risolvere compiti sempre più complessi con sempre meno esempi di compiti sempre meno correlati", ha pubblicato.

PUBBLICITÀ

Il documento esamina questa tendenza non alcun modello particolare disponibile oggi".

La prima limitazione identificata è stata il fatto che il loro approccio si basava sulla soggettività dell'etichettatura, che potrebbe portare a giudizi distorti sull'affidabilità e l'efficacia dei GPT in determinate attività lavorative all'interno di occupazioni non familiari ai ricercatori umani.

Gli autori ammettono che non è chiaro fino a che punto le occupazioni possano essere interamente suddivise in compiti specifici e se questo approccio ometta determinate categorie di abilità o compiti necessari per l'esecuzione competente di un lavoro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gender pay gap: cosa fanno i Paesi europei per ridurre il divario retributivo di genere?

Germania: si testa la settimana lavorativa di 4 giorni contro la carenza di manodopera

Una "nazione bruciata"? Nel Regno Unito esplodono le assenze dal lavoro a causa dello stress