EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Ex ambasciatore Usa al vertice Nato: "Orbán insignificante per impatto su sicurezza Occidente"

I leader della Nato all'Auditorium Andrew W. Mellon, a Washington, 9 luglio 2024
I leader della Nato all'Auditorium Andrew W. Mellon, a Washington, 9 luglio 2024 Diritti d'autore AP Photo/Evan Vucci
Diritti d'autore AP Photo/Evan Vucci
Di Shona Murray
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Per gli alleati della Nato la visita di Viktor Orbán a Mosca non è stata necessaria e non ha riconosciuto che la Russia sia l'aggressore e gli ucraini le vittime del conflitto in corso dal 2022

PUBBLICITÀ

Da Washington gli alleati Nato hanno criticato le aperture del primo ministro ungherese Viktor Orbán nei confronti di Mosca con la visita nella capitale russa, affermando che non sono state utili e che non fanno "avanzare la causa della pace".

Secondo l'ex ambasciatore statunitense presso la Nato Ivo Daalder, Orbán non ha il potere di essere così trainante, definendolo "troppo insignificante" e "troppo piccolo per avere un impatto sulla sicurezza occidentale".

Daalder, ora amministratore delegato del Chicago Council of Global Affairs, ha parlato con Euronews a margine del vertice Nato a Washington DC, dove gli alleati si sono riuniti in questi giorni per celebrare i 75 anni dell'Alleanza.

L'idea condivisa è che la visita di Orbán a Mosca non sia stata necessaria e non abbia espresso la realtà che la Russia sia l'aggressore e gli ucraini le vittime dell'invasione.

"Non ci sembra che faccia avanzare il processo di pace e certamente non aiuta l'Ucraina", ha dichiarato ai giornalisti Michael Carpenter, consigliere speciale degli Stati Uniti per l'Europa presso il Consiglio di sicurezza nazionale.

L'intervista completa a Ivo Daalder nel video.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, vertice Nato: "adesione dell'Ucraina vicina", ma ci sono resistenze

Ue, la premier estone Kallas sull'adesione dell'Ucraina alla Nato: "È un nostro dovere"

Francia, la candidata di Renaissance Yaël Braun-Pivet rieletta presidente dell'Assemblea nazionale