EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Slovacchia, dopo l'attentato Fico torna a parlare: "In Ucraina si rischia una guerra incontrollata"

Il premier slovacco Robert Fico
Il premier slovacco Robert Fico Diritti d'autore Screenshot from EBU video EBU 2024_10243667
Diritti d'autore Screenshot from EBU video EBU 2024_10243667
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nel sul discorso, dopo l'attentato di cui è stato vittima tre settimane fa, Fico ha anche voluto sottolineare come la guerra in Ucraina possa trasformarsi in un più ampio conflitto regionale

PUBBLICITÀ

Il primo ministro slovacco Robert Fico ha fatto la sua prima apparizione in pubblico a tre settimane dall'attentato di cui è stato vittima nella cittadina di Handlova (15 maggio 2024).

Fico è intervenuto a un evento al Castello di Devín, nella capitale Bratislava, in occasione della Giornata dei Santi Cirillo e Metodio, la festività che in Slovacchia commemora il giorno in cui i due missionari cristiani arrivarono in quella che allora era la Moravia.

Il discorso di Fico contro il progressismo e sulla guerra in Ucraina

Gran parte del discorso del primo ministro era centrato sulla necessità di costruire una barriera contro il progressismo, che secondo lui si sta diffondendo "come un cancro": "Queste ideologie stanno danneggiando il Paese. Non voglio - rincara Fico - che la Slovacchia sia uno dei Paesi che fanno la caricatura della civiltà occidentale. Siamo una nazione orgogliosa".

Nel suo discorso, Fico ha anche voluto sottolineare come la guerra in Ucraina possa trasformarsi in un più ampio conflitto regionale. "Se non facciamo qualcosa nei prossimi giorni e mesi, la situazione che si sta sviluppando in Ucraina potrebbe sfuggire di mano e potremmo assistere a una guerra incontrollata" ha avvertito.

Sull’Ucraina, il primo ministro ha sino ad oggi perseguito una linea non dissimile a quella del leader ungherese di Viktor Orbán, dicendo no agli aiuti militari all'Ucraina da parte di Bratislava e sottolineando la necessità di negoziare la pace.

L'attentato a Fico: colpi di pistola a Handlova

Il primo ministro populista, 59 anni, è stato colpito all'addome a bruciapelo mentre salutava i sostenitori, dopo una riunione di governo a Handlova, il 15 maggio.

I video lo mostrano avvicinarsi alle persone e tendere la mano. Nelle immagini si vede un uomo che si fa avanti, allunga il braccio e spara cinque colpi di pistola prima di essere affrontato e arrestato. Fico è stato sottoposto a un'operazione di cinque ore per curare le ferite multiple riportate nella sparatoria, seguita da un'altra operazione di due ore due giorni più tardi per rimuovere i tessuti morti dalle ferite da arma da fuoco. Alla fine di maggio è stato trasportato in elicottero dall'ospedale di Banská Bystrica alla capitale Bratislava, dove è stato curato a casa sua.

"Non intraprenderò alcuna azione legale attiva contro di lui né chiederò un risarcimento . Lo perdono e lascio che sia lui a capire cosa ha fatto e perché l'ha fatto" ha detto il primo ministro slovacco.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, la candidata di Renaissance Yaël Braun-Pivet rieletta presidente dell'Assemblea nazionale

Guerra in Ucraina: i residenti di Kamianka cercano di ricostruire le loro vite

Regno Unito,"si torna sul palcoscenico europeo" dice il ministro Nick-Thomas Symonds