EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Ue: Meloni incontra il suo "importante partner" Viktor Orbán

Meloni incontra Orbán
Meloni incontra Orbán Diritti d'autore Roberto Monaldo/LaPresse
Diritti d'autore Roberto Monaldo/LaPresse
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Giorgia Meloni ha incontrato a Roma Viktor Orbán. L'Ungheria si appresta a prendere la presidenza di turno del Consiglio dell'Unione europea

PUBBLICITÀ

Giorgia Meloni e il premier ungherese Viktor Orbán si sono incontrati per oltre un'ora lunedì, nell'ambito del tour di Orbán in diverse capitali europee in vista dell'assunzione della presidenza di turno del Consiglio dell'Ue da parte dell'Ungheria. Dopo Berlino, Orbán si è recato a Roma e poi a Parigi.

Il viaggio offre la possibilità di avviare consultazioni con i leader dell'Ue e di informarli sul programma di presidenza in un momento così cruciale. L'incontro con il premier italiano ha avuto luogo prima del cruciale vertice europeo di questa settimana, che si concentrerà sulle massime cariche dell'Ue dopo le elezioni europee di questo mese.

Durante le dichiarazioni finali dei due leader a margine dell'incontro bilaterale, Meloni ha descritto Orbán come un partner importante in Europa e lo ha elogiato per aver fatto della crisi delle nascite una delle principali priorità del programma di presidenza.

Inoltre, la leader italiana ha affermato che lei e Orbán si sono trovati d'accordo su una serie di questioni: dall'approccio del Paese alla competitività alle politiche agricole e alla migrazione. Tuttavia, come sottolineato dalla Meloni, i due non sono sempre d'accordo quando si parla di Ucraina. Oltre a essere il premier italiano, Meloni è anche il presidente del gruppo politico Conservatori e Riformisti europei (Ecr), che è diventato la terza forza del Parlamento europeo.

Recentemente, il vicepresidente del gruppo politico ECR Nicola Procaccini ha affermato che se il partito di Viktor Orbán volesse unirsi ai conservatori in futuro, Orbán dovrebbe fornire una dichiarazione scritta che esprima sostegno all'Ucraina. Ma questa non sembra essere un'opzione per ora.

Dopo aver ringraziato la Meloni, Viktor Orbán ha chiarito ancora una volta che il suo partito non entrerà nella famiglia politica dell'Ecr, soprattutto a causa, come ha detto Orbán, "della presenza di un partito rumeno anti-ungherese". Questo è un chiaro riferimento al fatto che i membri del partito Alleanza per l'Unione dei Romeni (Aur) hanno aderito al gruppo conservatore di destra.

Il partito Fratelli d'Italia della Meloni ha mantenuto la sua posizione di primo partito italiano dopo le elezioni dell'Ue e si appresta a chiedere un posto di primo piano nella Commissione per l'Italia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia-Cina: Duda a Pechino da Xi per rafforzare scambi e cooperazione bilaterali

Bei: la procura dell'Ue indaga l'ex presidente Hoyer, revocata l'immunità

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"