EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Stato dell'Unione: le richieste dei mandati di arresto della Cpi, e il partenariato Ue-Moldova

La corte penale internazionale di giustizia a L'Aja
La corte penale internazionale di giustizia a L'Aja Diritti d'autore Peter Dejong/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Peter Dejong/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Di Stefan Grobe
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le reazioni alle richieste di mandato d'arresto alla prima Camera preliminare per i leader di Hamas e Israele e al riconoscimento dello Stato di Palestina. Ospite Daniela Vidaicu, direttrice esecutiva della Fondazione Moldova Soros

PUBBLICITÀ

La settimana che si sta per concludere ha visto profonde divisioni tra gli Stati membri dell'Ue sul conflitto in corso inMedio Oriente

La guerra in Medio Oriente

Tra i motivi delle divisioni la decisione della Corte penale internazionale di richiedere mandati di arresto contro il primo ministro israeliano e il suo capo della difesa, nonché contro tre leader di Hamas. A un giorno di distanza dalla notizia, è arrivata anche quella delriconoscimento dello Stato di Palestina da parte di Irlanda, Norvegia e Spagna

Il sostegno dell'Ue all'Ucraina e il partenariato tra Ue e Moldova

In visita a Kiev la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock la quale ha ribadito il sostegno della Germania all'Ucraina. 

Nel quadro geopolitico internazionale a guardare da vicino la guerra c’è la Moldova, un paese stretto tra Romania e Ucraina, membri dell’Ue e della Nato. 

La Moldova ha firmato questa settimana un partenariato di difesa e sicurezza con Bruxellesverso il processo di integrazione del Paese e dei suoi sforzi di riforma nel percorso dell'Ue. La Moldova è candidata ad aderire al blocco, i colloqui formali dovrebbero iniziare il mese prossimo.

Per parlarne l'ospite dello Stato dell'Unione di questa settimana è Daniela Vidaicu, direttore esecutivo della Fondazione Moldova Soros.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stato dell'Unione: la fine del mandato dell'Europarlamento e l'anniversario dell'allargamento Ue

Stato dell'Unione: i problemi che alimentano la rabbia antidemocratica

Stato dell'Unione: Il compleanno della Nato e la corruzione in Europa