Le fake news sull'incidente di Baltimora e sulla responsabilità dell'Ucraina: i dubbi sul capitano

Incidente navale a Baltimora del 26 marzo 2024
Incidente navale a Baltimora del 26 marzo 2024 Diritti d'autore Steve Helber/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Steve Helber/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Sophia Khatsenkova
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo l'incidente della nave da cargo "Dali" a Baltimora sul web è esploso il complottismo. Molti sono quelli che cercano di attribuire la responsabilità a Israele, all'ex presidente Usa Barack Obama fino all'Ucraina. L'analisi del The Cube smentisce le voci

PUBBLICITÀ

Il capitano del cargo che ha colpito il ponte di Baltimora era di nazionalità ucraina? 
La distruzione del ponte negli Stati Uniti ha dato il via alle teorie cospirative sul web. Gli utenti di Internet hanno cercato di individuare la responsabilità dell'incidente: da un attacco informatico all'accusa all'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama di aver presumibilmente causato il crollo.

Una teoria cospirativa che ha preso piede sui social media è che la colpa potrebbe essere dell'Ucraina. Scopriamo la verità che si nasconde dietro a questa teoria.

Il 26 marzo, una nave container di nome Dali ha perso propulsione al motore e si è schiantata contro un pilastro del ponte Francis Scott Key di Batimora, uccidendo almeno sei persone.

Molto rapidamente, gli utenti dei social media e gli opinionisti si sono affrettati a dare la colpa a chiunque, dai liberali a Israele e anche all'Ucraina.

Un esempio che è diventato virale è che dietro l'incidente ci sia Kiev, a seguito delle false affermazioni per cui il capitano della nave sarebbe di nazionalità ucraina.

Una delle affermazioni fatte da questi account proviene da un sito web chiamato Baltic Shipping. Si tratta di una sorta di LinkedIn che mette in contatto persone dell'industria navale in cerca di lavoro.

Gli utenti possono aggiornare i loro profili con informazioni sul loro impiego e sulle navi su cui hanno lavorato in precedenza.

C'era effettivamente un profilo di un uomo ucraino che era stato il capitano della nave Dali, ma questo **avveniva circa otto anni fa, da marzo a luglio 2016.**Il suo profilo non è più visibile, ma Euronews ha trovato alcune schermate archiviate del suo profilo.

Il gruppo Synergy Marine, proprietario della nave Dali, ha inoltre rilasciato una dichiarazione in cui afferma che l'equipaggio era composto da cittadini indiani quando è avvenuto l'incidente.

Ma la nazionalità del capitano che manovrava l'imbarcazione quando è avvenuto l'incidente non è davvero rilevante... Perché? Perché una volta che una nave straniera entra nel porto di Baltimora, è un dipendente dello Stato del Maryland che deve condurre la nave all'attracco, secondo l'Associazione dei piloti del Maryland.

"Ogni nave impegnata nel commercio estero che arriva nei porti del Maryland è tenuta ad assumere uno specialista locale di movimentazione delle navi, noto come Pilota, per navigare la nave in sicurezza nel porto", si legge nella dichiarazione di Synergy Marine.

Inoltre, i funzionari che stanno indagando sull'incidente hanno dichiarato fin da subito che non c'è alcuna indicazione che l'incidente sia stato un atto deliberato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Un anno di carcere russo per il giornalista Usa, Evan Gershkovich

Olimpiadi: a Parigi i primi Giochi della parità di genere?

Unione europea: l'80% delle nostre leggi sono determinate da Bruxelles?