Il Natale malinconico degli ucraini

Alcune città ucraine non hanno rinunciato alle decorazioni natalizie
Alcune città ucraine non hanno rinunciato alle decorazioni natalizie Diritti d'autore AP Photo/Vasilisa Stepanenko
Diritti d'autore AP Photo/Vasilisa Stepanenko
Di Lauren ChadwickAlessio Dell'Anna
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Milioni di persone sono lontane da casa e celebreranno le feste lontane dai propri cari. Le testimonianze dai Paesi che accolgono i rifugiati

PUBBLICITÀ

Sarà inevitabilmente un Natale molto diverso dal solito per gli ucraini: sia quelli che vivono e combattono nel Paese martoriato dalla guerra, sia quelli fuggiti dopo l'inizio del conflitto.

Tra i milioni di rifugiati accolti nei Paesi dell'Unione Europea, ci sono Anna Polukhina e Liza Pulvas, riparate rispettivamente in Italia e Romania.

In questo video le loro testimonianze.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Zelensky: "L'Ucraina ha bisogno di nuovi sistemi di difesa. Serve uno scudo aereo al 100%"

Stato dell'Unione: i problemi che alimentano la rabbia antidemocratica

Esclusivo - Charles Michel: "Spero che il contrattacco israeliano all'Iran ponga fine all'escalation"