EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

La tensione Russia-Ucraina tiene banco al summit informale dei ministri della difesa EU

La tensione Russia-Ucraina tiene banco al summit informale dei ministri della difesa EU
Diritti d'autore FRED TANNEAU/AFP or licensors
Diritti d'autore FRED TANNEAU/AFP or licensors
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I ministri della difesa europei sono riuniti a Brest. Il dossier ucraino determina le discussioni

PUBBLICITÀ

La controversia sul gasdotto Nord Stream 2, destinato al trasporto di gas naturale dalla Russia alla Germania è uno degli argomenti di discussione alla riunione dei ministri della Difesa dell'UE a Brest in Francia questo giovedì.

Il ministro della Difesa tedesco Christine Lambrecht in un'intervista, ha messo in guardia dal tracciare un collegamento tra il gasdotto Nord Stream 2 e lo scontro con Mosca sull'Ucraina.

Alla domanda in merito, l'Alto rappresentante per la politica estera nell'UE Josep Borrell ha preso le distanze dalla posizione tedesca e si è schierato maggiormente con la linea dura di Washington che spinge per sanzioni sul progetto, nel caso in cui la Russia invadesse l'Ucraina.

Così Josep Borrell: "Questa non è un'infrastruttura che riteniamo prioritaria. Perché non sta contribuendo all'autonomia energetica dell'Europa. E certamente il funzionamento di questa infrastruttura dipenderà anche dallo sviluppo degli eventi in Ucraina e dall'atteggiamento della Russia. Non possiamo immaginare che si stia pensando da una parte all'imposizione di sanzioni e dall'altra alla costruzione di nuove infrastrutture. Sicuramente il tutto è legato alla situazione militare in Ucraina. È ovvio".

Le discussioni con la Russia sono ancora in corso, ma permangono differenze sostanziali fra le parti in campo. La minaccia di un nuovo conflitto militare in Europa però spaventa, poiché decine di migliaia di soldati russi rimangono ancora nei pressi del confine ucraino. Bruxelles e la Nato hanno detto che non tollereranno aggressioni, ma le necessità di gas potrebbero spostare l'ago della bilancia a vantaggio di Mosca

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il fallimento dei colloqui Nato-Russia: botta e risposta Washington-Mosca

Guerra in Ucraina: bombe su Kharkiv, almeno due morti e oltre venti feriti

Folla di giovani elettori per il leader dell'estrema destra francese Bardella