Irlanda, il nuovo piano per il clima che fa paura agli allevatori

Irlanda, il nuovo piano per il clima che fa paura agli allevatori
Di Susan DabbousMeabh Mcmahon
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

All'inizio del 2019, l'Irlanda ha dichiarato lo stato d'emergenza per il clima e la biodiversità. Gli allevatori temono di pagarne il prezzo piu alto.

PUBBLICITÀ

In questa fattoria a conduzione familiare nell'Est dell'Irlanda, aiutato dalle sue sorelle, Matt Murtagh mantiene in piedi la sua fattoria nonostante le grandi difficoltà per arrivare a fine mese. Il suo terreno ha una dimensione di 300 ettari dove pascolano ovini e bovini.

“Questo è stato un anno molto difficile - Matt Murtagh -. Il prezzo del manzo è calato drasticamente, ed è calato anche l'anno scorso a causa del cattivo tempo.”

Matt è preoccupato per i nuovi tagli alle emissioni di CO2.

“Credo che la carne rossa sia diventata il capro espiatorio - prosegue Murtagh - il governo pensa di liberarsi della produzione di manzo - cosi' tutti possono continuare a guidare le loro automobili.”

All'inizio del 2019, l'Irlanda ha dichiarato lo stato d'emergenza per il clima e la biodiversità.

Per saperne di piu'.

“Questa è stata descritta la piu' grande sfida dei nostri tempi”, ha dichiarato Richard Bruton, il Ministro per il Clima irlandese.

Il suo piano d'azione per il clima di 150 pagine prevede, tra l'altro, di vietare la vendita di auto a benzina e diesel, e della plastica non riciclabile.

"L'Irlanda è un paese ossessionato con il meteo, il cambiamento climatico suscita reazioni forti", dice Cara Augustenborg, biologa ambientale.

Nel suo programma radiofonico Newstalk, alcuni ascoltatori la definiscono un'allarmista. La realtà è che: "In quanto isola - spiega Augustenborg - l'Irlanda è esposta al rischio inondazioni dovute all'innalzamento del livello del mare."

"L'erosiene delle nostre coste, come qui a Bray, è davvero spaventosa. La linea ferroviaria - prosegue la biologa - lungo questa parte di costa afine secolo scoparirà a causa dei cambiamenti climatici".

Nelle zone rurali le persone vogliono che a sostenere i costi dei cambiamenti climatici siano tutti i settori.

“Abbiamo un solo pianeta, dobbiamo cercare di preservarlo il piu' possibile”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ambiente: l'Unione Europea è lontana dagli obiettivi climatici del 2030

Cambiamento climatico: com'erano i ghiacciai svizzeri 150 anni fa e come sono oggi

Euronews ti racconta le elezioni europee che decideranno un'epoca