EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Michel il mediatore prende le redini del Consiglio europeo

Michel il mediatore prende le redini del Consiglio europeo
Diritti d'autore REUTERS/Yves Herman
Diritti d'autore REUTERS/Yves Herman
Di Elena CavalloneJack Parrock
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Passaggio di testimone tra il polacco Donald Tusk e l'ex primo ministro belga, Charles MIchel

PUBBLICITÀ

Stesso paese, nuovo lavoro.

Per il liberale belga Charles Michel è arrivato il momento di prendere le redini del Consiglio europeo, finora presieduto dal polacco Donald Tusk, della famiglia dei conservatori europei.

"Voglio che l'Europa diventi il punto di riferimento globale per l'economia verde e la creazione di posti di lavoro, innovazione e alta qualità della vita", ha dichiarato Michel nel suo discorso di insediamento. "Dobbiamo trovare una via che funzioni per tutti gli Stati membri e per le persone. Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo utilizare tutti i nostri strumenti, talenti e intelligenza ".

43 anni, Charles Michel ha vent'anni in meno di Donald Tusk ed è l'uomo più giovane che abbia mai assunto questo incarico. Dovrà abbandonare per il momento la politica nazionale, dove si fa ancora fatica a creare un governo di coalizione dopo le elezioni di maggio.

E' uno dei quattro leader liberali dei paesi del vicinato: Francia, Paesi Bassi e Lussemburgo. Sono stati loro, guidati dal presidente francese Emmanuel Marcon, a sostenerlo alla guida del Consiglio europeo.

Il suo compito? Garantire l'unità attorno al tavolo dove si riuniscono gli uomini e le donne più potenti dell'UE per risolvere le questioni comuni.

Forse la sua reputaizone di mediatore gli sarà d'aiuto, essendo stato Primo Ministro del Belgio: un paese politicamente diviso.

Ma Charles Michel ha la politica è nel sangue: è figlio maggiore di un ex commissario europeo, è diventato consigliere all'età di 18 anni e ministro del governo regionale a 25.

Nel 2014 ha completato la sua ascesa ai vertici della politica belga, diventando il primo ministro più giovane della storia del paese.

Dieci anni prima di lui Herman Van Rompuy divenne il primo belga ad assumere il ruolo di presidente del Consiglio europeo.

Il primo test per il nuovo presidente del Consiglio europeo sarà il vertice UE di dicembre. Giorno cruciale anche per le elezioni nel Regno Unito, previste per il 12 del mese.

Michel avrà bisogno di tutti gli strumenti a disposizione per mantenere l'UE unita dopo l'uscita del Regno Unito.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Euronews Sera | TG europeo, edizione di venerdì 29 novembre 2019

Attacchi russi sull'Ucraina occidentale, aerei polacchi pattugliano lo spazio aereo

Guerra in Ucraina: bombe su Kharkiv, 11 morti e 40 feriti