L'elezione di Ursula Von der Leyen, il capolavoro tattico di Angela Merkel

L'elezione di Ursula Von der Leyen, il capolavoro tattico di Angela Merkel
Diritti d'autore 
Di Maria Irene Giuntella
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'elezione di Ursula Von der Leyen a presidente della Commissione Europea, un capolavoro tattico della sua maestra Angela Merkel.

PUBBLICITÀ

Alla fine Ursula Von Der Leyen ce l'ha fatta, è stata eletta presidente della Commissione Europea.

D'ora in poi il suo posto di lavoro sarà l'edificio Berlaymont nel cuore di Bruxelles.

Eppure non era al centro delle discussioni europee.

Stava solo seguendo una situazione di stallo nel Consiglio Europeo quando è stata catapultata sotto i riflettori politici. Si puó definire un capolavoro tattico della sua maestra Angela Merkel.

Prima come ministro della Famiglia e poi della Difesa, Von der Leyen è stata l'unica del gabinetto della Merkel a restare dalla sua parte sin dal suo insediamento nel 2005.

Alla Difesa, von der Leyen ha lasciato il segno con alcuni successi, adesso a Bruxelles la attendono nuove sfide.

È stata eletta con appena pochi voti di maggioranza, ora spetta a lei dimostrare ai piú scettici che è la persona giusta per l'Unione Europea.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Euronews Sera | TG europeo, edizione di mercoledì 17 luglio 2019

Germania: cambio della guardia al ministero della Difesa

Russiagate, Metsola: Parlamento Ue pronto a revocare l'immunità degli eurodeputati coinvolti